CassinateToday

Cassino, Controllo del territorio: due persone denunciate. Continua la collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato

Servizi straordinari di controllo del territorio hanno riguardato nella giornata di ieri il territorio della città di Cassino. L’attività della Polizia di Stato è stata rivolta in particolare alla prevenzione dei reati predatori.

macete 1000

Servizi straordinari di controllo del territorio hanno riguardato nella giornata di ieri il territorio della città di Cassino. L’attività della Polizia di Stato è stata rivolta in particolare alla prevenzione dei reati predatori.

Personale delle Volanti del Commissariato di P.S. di Cassino e pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo hanno passato al setaccio le zone maggiormente esposte al compimento di attività illecite.

Nel corso di tale attività un cittadino cinese ha cercato di sottrarsi ai controlli addentrandosi all’interno di un ex deposito di marmo.

La manovra elusiva non è sfuggita agli agenti che hanno fermato la persona trovandola in possesso di un machete della lunghezza di 32 cm.

Il sessantenne cinese è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per possesso di armi od oggetti atti ad offendere.

I controlli sono stati estesi anche nel capoluogo dove personale delle Volanti ha denunciato in stato di libertà un cittadino senegalese che, nel corso dell’ identificazione, ha fornito false generalità.

Complessivamente i mirati servizi di polizia, compresi quelli delle specialità, hanno permesso di identificare 495 persone mentre390 sono stati i veicoli controllati e 59 le contravvenzioni al codice della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferentino, scontro tra due auto in via Casilina, muore bimba di 9 anni

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento