CassinateToday

Cassino, da Montecassino a San Pietro percorrendo la via Francigena

Diario del cammino - prima tappa – Abbazia di Montecassino, Aquino, Ceprano, Pofi, Frosinone

Partenza con la benedizione Abate

Diario del cammino - prima tappa – Abbazia di Montecassino, Aquino, Ceprano, Pofi, Frosinone

Il percorso di fede sulla via Francigena è partito dalla culla della cristianità, dall’Abbazia fondata dal patrono d’Europa San Benedetto. L’evento, voluto, promosso e organizzato dalla Camera di Commercio di Frosinone, presieduta da Marcello Pigliacelli, si inserisce nel quadro di quegli eventi che fanno riscoprire le radici storiche di un intero territorio. E quello della provincia di Frosinone coniuga fede, natura e cultura.

Il Cammino dunque è iniziato da Montecassino, nel monastero più antico d’Italia insieme a quello di Santa Scolastica. Fondato nel 529 da San Benedetto da Norcia sul luogo di un’antica torre e di un tempio dedicato ad Apollo, nel corso della sua storia ha subito distruzioni e saccheggi, ma sempre è stato ricostruito più imponente e forte di prima. Poi i camminatori hanno raggiunto Rocca Janula, dove c’è stato, in pullman, il trasferimento ad Aquino, per la visita del Museo della città, inaugurato nel dicembre 2000. La struttura è situata all’interno di un ampio giardino nell’area archeologica romana e medievale dell’antica Aquinum, in posizione intermedia fra il tratto basolato della via Latina e la monumentale chiesa di Santa Maria della Libera. Quindi, nuovo trasferimento in direzione Ceprano, dove i pellegrini si sono fermati per un ristoro. Imperdibile la visita al Museo storico di Fregellae, dove nelle prime due sale sono custoditi importanti reperti provenienti dal tempio di Esculapio. Oltre ad alcune tipologie di terrecotte architettoniche che decoravano il santuario. I camminatori hanno proseguito per via Campidoglio e poi per via San Manno, via Sterpara e via Triventi. Quindi sono entrati a Pofi. Il paese conserva resti fossili di uomini e animali risalenti all’età preistorica, con il famoso “uomo paleolitico di Pofi” (custodito nel Museo e risalente a 200.000 anni fa). Come non ammirare anche il castello appartenuto alla potente famiglia Caetani. Da Pofi nuovo trasferimento in pullman a Frosinone, dove i pellegrini hanno raggiunto la cattedrale di Santa Maria Assunta. La giornata si è conclusa con la partecipazione all’evento gastronomico Gusta la Ciociaria.

Domani seconda tappa: Frosinone-Ferentino-Anagni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento