CassinateToday

Cassino, denunciate tre persone per attività di gestione rifiuti non autorizzata

Nell’ambito di un predisposto servizio preventivo a tutela ambientale, nella giornata di ieri, in Cassino, i militari del NORM della locale Compagnia Carabinieri, deferivano in stato di libertà tre cassinati, due uomini ed una donna, per il reato...

foto-7

Nell’ambito di un predisposto servizio preventivo a tutela ambientale, nella giornata di ieri, in Cassino, i militari del NORM della locale Compagnia Carabinieri, deferivano in stato di libertà tre cassinati, due uomini ed una donna, per il reato di “attività di gestione di rifiuti non autorizzata”. I predetti, senza autorizzazione, adibivano un appezzamento di terreno di proprietà della denunciata, a discarica abusiva, al cui interno veniva reperito materiale edile di risulta.

Gli operanti, difatti, nel transitare in una zona periferica della città, sorprendevano un uomo alla guida di un autocarro carico di grossi massi di cemento armato (ulteriore materiale oltre quello già presente sul terreno) che lo stesso si apprestava a scaricare all’interno della citata area. Durante il controllo, i militari accertavano altresì che il conducente dopo aver riempito il camion con rifiuti prelevati da un'altra abitazione, di proprietà di uno dei denunciati, si stava adoperando per scaricare ed abbandonare tutto il materiale trasportato nella suddetta discarica abusiva. Vista la completa mancanza di autorizzazioni, si procedeva nei confronti dei tre, nonché al sequestro preventivo dell’area e dell’autocarro utilizzato.

------------------------------------

Ripi, arrestato un uomo per inosservanza agli obblighi di legge

In Ripi, personale della locale Stazione Carabinieri unitamente a quello di Veroli, traevano in arresto nella flagranza di reato un uomo residente a Veroli, già censito per reati sugli stupefacenti, contro la persona e la pubblica amministrazione, per “inosservanza agli obblighi e prescrizioni inerenti alla sorveglianza speciale”.

Il predetto, sottoposto alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, mentre passeggiava in un complesso sportivo di quel centro, veniva riconosciuto dai militari, al momento liberi dal servizio e che si stavano intrattenendo lì nei pressi, i quali immediatamente lo bloccavano.

Espletate le formalità di rito, il predetto su disposizione dell’A.G. veniva posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa di rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento