CassinateToday

Cassino, denunciato un noto deejay per l’alto volume e multato il locale

In occasione della festività del 1° maggio, i Carabinieri della Compagnia di Cassino hanno intensificato i controlli con la predisposizione di un servizio a largo raggio teso alla captazione di soggetti di interesse operativo ed al controllo di...

In occasione della festività del 1° maggio, i Carabinieri della Compagnia di Cassino hanno intensificato i controlli con la predisposizione di un servizio a largo raggio teso alla captazione di soggetti di interesse operativo ed al controllo di luoghi maggiormente frequentati dai gitanti, eseguendo anche mirati controlli a locali di quel centro abitato, luogo di ritrovo di centinaia di giovani.

Nel corso dell’attività, in uno dei locali controllati, oltre ad accertare che il deejay stava diffondendo musica a volume talmente alto tale da arrecare disturbo alle persone, vi erano minori degli anni 18 ai quali venivano somministrati superalcolici. Al gestore dell’attività è stata elevata una sanzione amministrativa di euro 500 e unitamente al deejay, denunciato in stato di libertà per disturbo del riposo delle persone.

CASSINO, 22ENNE MAI CONSEGUITA LA PATENTE, VIAGGIA SENZA ASSICURAZIONE E CON IL FERMO AMMINISTRATIVO DELL’AUTOVETTURA

Gli stessi militari hanno proceduto altresì a denunciare in stato di libertà, un 22enne di Cassino, per reiterazione nella guida di veicoli senza patente di guida poiché, nel corso di un controllo stradale, è stato sorpreso alla guida di un’autovettura sebbene non avesse mai conseguito la patente di guida. Il predetto era già stato sanzionato per la medesima violazione nei giorni del 15 e 30 aprile u.s.. E’ stato accertato, inoltre, che l’autovettura condotta dal 22enne, risulta sottoposta a fermo amministrativo per mesi tre nonché sprovvista di copertura assicurativa verso terzi, per cui è stata nuovamente sottoposta a sequestro amministrativo ed affidata ad un custode giudiziale, per la successiva confisca.

TRIVIGLIANO, ALLONTANATA UNA COPPIA LEI ALBANESE LUI DI FROSINONE

In Trivigliano, i Carabinieri della Stazione di Guarcino, compagnia di Alatri, nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, hanno controllato e identificato una 33 enne, cittadina albanese residente a Roma ed un 25enne residente nel capoluogo ciociaro, che si aggiravano senza motivo per le vie di quel centro cittadino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricorrendo i presupposti di legge, nei confronti degli stessi è stata inoltrata proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. con divieto di ritorno in quel centro per anni tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento