CassinateToday

Cassino, l'affondo di Niki Dragonetti contro il sindaco Carlo Maria D'Alessandro

Il coordinatore provinciale di Popolari per l'Italia accusa il primo cittadino di aver "sorvolato" sui temi delicati quali la sicurezza e l'immigrazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

"Quando un sindaco apre la conferenza stampa di fine anno e parla di 'crisi economica' e di 'casse vuote', vuol dire che non ha argomenti validi da proporre. Insomma si 'butta in avanti per non cadere indietro'. - queste le parole di Niki Dragonetti, Coordinatore Provinciale Popolari per L'Italia - Carlo Maria D'Alessandro, giovedì sera nella sala Restagno, ha dato sfoggio di quanto sia oramai 'alla frutta' la rimpastatissima Giunta. Nel lungo (ma mica poi tanto vedendo i tanti capoversi utilizzati per rendere più corposo il discorso) elenco di ciò che in un anno e mezzo è stato fatto mancano la cosa più importante, quello che rende vivibile la città.

Nessun riferimento alla sicurezza

Il sindaco ha dimenticato di parlare della 'sicurezza' e di come, a Cassino, il Comune non sia in nessun modo di aiuto alle forze dell'ordine se non arrivando sui luoghi dove sono stati commessi eventuali reati, esprimere rammarico e scattare un selfie. Dov'è il progetto di ampliameto delle telecamere di videosorveglianza? Negli ultimi mesi ci sono stati diversi scippi a danno di persone anziane. I malviventi sono stati assegnati alla Giustizia grazie alla telecamere, si certo, ma di quelle installate da privati. Dov'è la tanto decantata messa in sicurezza di piazza Labriola? Hanno fatto le aiuole? E ben venga il verde ma a mio parere priorità assoluta va data alla sicurezza dei nostri ragazzi e dei cittadini.

Fenomeno degli immigrati

Un altro passaggio importante che il Sindaco 'Yoghi' ha dimenticato è stato quello inerente il fenomeno degli immigrati. Le strutture che ospitano i profughi sono inadeguate, disuamane e fuori Legge in tutto e per tutto. Perchè nel suo sciorinare numeri e fondi non ha parlato dell'ipotesi di utilizzare beni confiscati per assegnare stabili a chi non ha una casa, un futuro, una speranza? Mi rendo conto che avere come Presidente del Consiglio Comunale una persona indagata per una presunta 'truffa' riguardante appunto il business degli immigrati è cosa scomoda. Ma tanto prima o poi se ne parlerà, e come se non se ne parlerà. 

Decoro urbano 

E la pista ciclabile, la villa comunale, i marciapiedi killer, le buche e gli avallamenti indegni in via Rossini traversa via Savastano? O forse quella gente non è di Cassino? O forse il sindaco è divenuto orbo? Nella sua lunga lista ha 'sfiorato' argomenti come Historiale, Manzoni e Forum della Ricerca ma senza andare nel dettaglio. Come mai se è lecito chiedere? Al Forum della Ricerca lavorava qualche attuale suo assessore e credo che la stessa avrebbe potuto chiarire molto di quella strana vicenda. Chiudo con un ultimo punto, ma non perchè non ci siano argomenti ma semplicemente perchè sarebbe troppo lungo l'elenco: che fine ha fatto il milione di euro promesso dai meno abbienti in campagna elettorale? Carlo Maria D'Alessandro sarebbe gradita la risposta anche se dubitiamo visto che non è stato in grado di dare risposte per la rimozione di 4 paletti su una Piazza Pubblica figuriamoci su cose più serie!".

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento