menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
commissariato Cassino

commissariato Cassino

Cassino, Due persone denunciate dalle Volanti del Commissariato

Personale delle Volanti del Commissariato di Cassino ha deferito all’Autorità Giudiziaria un quarantacinquenne di Cassino per i reati di falsità in scrittura privata e false attestazioni a Pubblico Ufficiale.

Personale delle Volanti del Commissariato di Cassino ha deferito all'Autorità Giudiziaria un quarantacinquenne di Cassino per i reati di falsità in scrittura privata e false attestazioni a Pubblico Ufficiale.

Nella tarda serata di ieri, una Volante del Commissariato di Cassino, nel transitare in Via Volturno, procede al fermo di un'autovettura; nel corso del controllo gli agenti rilevano che il tagliando assicurativo apposto sul parabrezza presenta delle anomalie, sia nella stampa dei caratteri che nella filigrana, e ulteriori verifiche consentono di appurare che il tagliando è falso e che l'autovettura risulta priva di assicurazione dall'anno 2011.

Emerge inoltre che l'uomo, nel corso di una denuncia per danneggiamento dell'autovettura sporta alcuni mesi fa, ha dichiarato di essere regolarmente assicurato, mentre in realtà l'ultima copertura assicurativa risale al 2011.

Per tali motivi l'uomo è stato denunciato in stato di libertà per i reati di falsità in scrittura privata e false attestazioni a Pubblico Ufficiale, nonché sanzionato ai sensi del Codice della Strada per mancanza di copertura assicurativa.

Sempre personale delle Volanti del Commissariato di Cassino, questa mattina, ha deferito all'Autorità Giudiziaria un sessantenne, pregiudicato, residente nella Città Martire, per il reato di minacce.

E' nel corso della mattinata che giungono su linea 113 diverse telefonate che segnalano una lite animata tra alcune persone in Piazza Nicholas Green.

All'arrivo della Volante, vi è un uomo che sta inveendo a gran voce alta contro altre due persone, proferendo frasi dal tono minaccioso.

Sentite le parti, gli agenti accertano che motivo della lite è la richiesta di 20.000 euro che la persona esagitata afferma di vantare nei confronti dei due, titolari di una ditta per quale ha lavorato in passato.

Nonostante l'intervento dei poliziotti l'uomo non desiste dalle sue pretese e minacce, motivo per il quale è stato denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento