CassinateToday

Cassino, Ladro in fuga sull’ A1. Aveva rubato l’auto a Ceprano. Arrestato

Alle prime luci dell’alba, nel corso dei servizi di vigilanza e prevenzione predisposti in ambito autostradale, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino  notava, al chilometro 673 della A/1 del territorio del  comune di Cassino...

squadra-mobile-copia

Alle prime luci dell’alba, nel corso dei servizi di vigilanza e prevenzione predisposti in ambito autostradale, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino notava, al chilometro 673 della A/1 del territorio del comune di Cassino, il transito a forte velocità di una vettura FIAT 500 con il solo conducente a bordo.

Prontamente gli agenti intimano l’Alt al conducente che si ferma nei pressi della piazzola di sosta.

Nel corso dell’ispezione della FIAT 500, i poliziotti constatano che la portiera anteriore lato conducente è leggermente piegata e sul montante vi sono evidenti segni di forzatura con manomissione del blocco di accensione.

Nel cofano motore si riscontra anche la presenza di una centralina supplementare agganciata all’impianto elettrico che permette la messa in moto.

All’interno del veicolo è invece rinvenuto un grosso cacciavite compatibile con i segni di effrazione.

I successivi riscontri investigativi hanno consentito di accertare che l’automobileera stata rubata poco prima a Ceprano.

L’uomo,un 57enne campano è stato tratto in arresto per il reato di furto aggravato,in attesa del giudizio direttissimo.

L’autovettura è stata restituita alla legittima proprietaria.

BLITZ DELLA POLIZIA DI STATO: ARRESTATO LATITANTE

squadra-mobile-copia

E’ scattato ieri sera il blitz della Squadra Mobile di Frosinone che, con l’ausilio degli agenti del Commissariato di Cassino, della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone e della Squadra Mobile di Pescara ha finalmente assicurato alla giustizia C.A. di 33 anni, pluripregiudicato campano che, nello scorso mese di febbraio, si era sottratto alla cattura in occasione dell’operazione denominata “Olandese Volante”.

I particolare, a conclusione di un’ indagine durata due anni, la Squadra Mobile di Frosinone aveva dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, nei confronti di 15 persone ritenute a vario titolo responsabili di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e di singoli episodi di importazione di rilevanti quantitativi di cocaina, hashish e marjuana.

La complessa indagine portata a termine a febbraio scorso dagli uomini del Vice Questore Aggiunto Carlo Bianchi ha disarticolato due distinte associazionia delinquere impegnate nell’importazione dall’Olanda e dalla Spagna di ingenti quantitativi di droga che veniva poi immessa sulle piazze di spaccio partenopee, del frusinate e del basso Lazio.

Dallo scorso mese di febbraio, C.A. si era reso irreperibile sottraendosi all’esecuzione del provvedimento, ma gli agenti della Squadra Mobile non avevano mai smesso di dargli la caccia.

Alle attività investigative finalizzate al suo rintraccio hanno attivamente partecipato anche gli agenti del Commissariato di Cassino, coordinati dal Vice Questore Aggiunto Alessandro Tocco, in quanto, dal 20 maggio scorso, era stato peraltro emesso, a carico dell’uomo dalla Procura della Repubblica di Cassino, un ordine di esecuzione per la carcerazione dovendo espiare la pena residua di un anno e sette mesi, sempre per reati in materia di stupefacenti.

Negli oltre otto mesi di latitanza, l’uomo aveva continuato la propria attività delittuosa anche avvalendosi di “false identità”.

La “carriera” criminale del giovane è stata interrotta ieri sera, intorno alle 22.30, quando gli agenti lo hanno rintracciato in un ristorante di Montesilvano.

Le indagini condotte dagli uomini della Squadra Mobile e del Commissariato di Cassino avevano condotto alla cittadina abruzzese, dove l’uomo aveva trovato rifugio negli scorsi mesi e, sempre nella serata di ieri, è stato sottoposto a perquisizione anche l’appartamento in uso all’arrestato, dove sono stai rinvenuti 110 grammi di cocaina suddivisa in più involucri, 500 grammi di hashish e 10 grammi di marjuana, oltre che un bilancino di precisione.

In suo possesso è stata trovata anche una carta d’identità contraffatta con apposta la foto dell’uomo ma con generalità diverse

Su disposizione del Sostituto Procuratore di Pescara dr. G. Varese, l’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Pescara.

Le indagini proseguono per accertare l’identità di chi ne ha favorito la latitanza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento