Cassino Cassino

Cassino, lotta al contrabbando di sigarette: arrestati quattro ucraini sulla A1

Alle prime luci dell’alba, nel corso dei servizi di vigilanza e prevenzione predisposti in ambito autostradale, anche in vista del massiccio esodo estivo, due pattuglie della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino  notano  due vetture Mitsubishi...

Alle prime luci dell'alba, nel corso dei servizi di vigilanza e prevenzione predisposti in ambito autostradale, anche in vista del massiccio esodo estivo, due pattuglie della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino notano due vetture Mitsubishi Space Wagon, entrambe con targhe polacche, procedere appaiate a pochi metri di distanza l'una dall'altra.

Gli agenti decidono di fermarle, in due posti di controllo diversi: dalle prime verifiche si accerta che i veicoli si sono immessi nella rete autostradale al casello di Venezia-Mestre.

I poliziotti, insospettiti dalla circostanza e dal fatto che le auto risultano visibilmente pesanti, nonostante fossero prive di bagagli, decidono di procedere ad ulteriori accertamenti: i bulloni di fissaggio dei sedili risultano essere troppo nuovi rispetto ai veicoli e la moquette non è perfettamente aderente alla carrozzeria.

Il fiuto investigativo degli agenti si rivela vincente: tra i pianali ed i sedili posteriori delle due autovetture sono stati ricavati dei doppi fondi, nel cui interno sonostate stipate 373 stecche di tabacchi lavorati esteri pari a Kg.75 circa su un mezzo, mentre sull'altro 317 stecche di tabacchi lavorati esteri pari a circa Kg.64.

Conducenti e passeggeri, tutti e 4 di origine ucraina, di età compresa tra i 30 ed i 53 anni, sono stati arrestati con l'accusa di contrabbando di tabacchi lavorati esteri

CASSINO, CONTROLLI STRAORDINARI DEL TERRITORIO : DENUNCIATE DUE ESERCENTI

La "cabina di regia" della Questura, anche questa settimana, ha coordinato un servizio di controllo straordinario del territorio nella Città Martire, per prevenire e contrastare le attività illecite, dallo spaccio di droga ai reati di natura predatoria o di violazione in materia di polizia amministrativa.

In modo particolare, gli agenti del Commissariato di Cassino e gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo hanno concentrato l'attenzione sul fenomeno dell'abusivismo commerciale.

Al termine delle necessarie ed opportune verifiche, due esercenti, una 65enne ed un suo collega di 62 anni, sono stati denunciati per occupazione abusiva di suolo pubblico.

All'uomo è stata anche contestata la violazione dei sigilli posti alla sua attività commerciale, già oggetto di sequestro penale.

I controlli proseguiranno senza sosta ed interesseranno ad ampio raggio il cassinate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, lotta al contrabbando di sigarette: arrestati quattro ucraini sulla A1

FrosinoneToday è in caricamento