CassinateToday

Cassino, Perrone Federlazio; dai vertici del Cosilam attendiamo risposte sugli impegni assunti

“L’esito dell’ultima Assemblea del Cosilam, tenutasi lunedì scorso ma subito rinviata presumibilmente a gennaio, ci offre l’occasione per una riflessione più generale su quanto sta accadendo al Consorzio di sviluppo del Lazio meridionale”.

Federlazio-2

“L’esito dell’ultima Assemblea del Cosilam, tenutasi lunedì scorso ma subito rinviata presumibilmente a gennaio, ci offre l’occasione per una riflessione più generale su quanto sta accadendo al Consorzio di sviluppo del Lazio meridionale”.

Questo il commento di Lino Perrone, delegato della Federlazio per l’area di Cassino. “Una riflessione – prosegue Perrone - che avremmo voluto condividere con gli altri nell’ Assemblea di lunedì scorso, se ve ne fosse stata la possibilità, ma il rinvio non l’ha consentito.

In una delle precedenti Assemblee del Cosilam, ad esempio, gli organi dirigenti avevano chiesto tempo per poter elaborare i passaggi essenziali di un programma d’azione di medio periodo con i relativi tempi di attuazione, al fine di rispondere alle esigenze di sviluppo delle imprese insediate in quell’area industriale e, al contempo, rimettere in ordine i conti finanziari dell’ente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Anche alla luce del rinvio dell’ultima assemblea – aggiunge il rappresentante della Federlazio – siamo preoccupati perché invece, a qualche mese da quelle dichiarazioni del Cda, ancora non sappiamo nulla di quanto è stato fatto e di quanto si sta facendo in ordine al mantenimento degli impegni assunti all’atto dell’insedimento. I tempi si stanno allungando, mentre i problemi sul tappeto hanno bisogno di essere risolti e non possono più aspettare. Dilazionare i tempi – conclude Perrone – non aiuta la risoluzione dei problemi ma semplicemente li sposta in avanti, proprio quando le imprese del Lazio meridionale avrebbero bisogno di operare dentro un contesto territoriale funzionale ed efficiente e in un quadro di certezze di cui al momento non vi è traccia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento