CassinateToday

Frosinone, detenuto agli arresti domiciliari spaccia in casa coinvolgendo il fratello minore

Frosinone, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per “detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio” due fratelli del capoluogo ciociaro, uno, un 29enne  già...

Frosinone, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per “detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio” due fratelli del capoluogo ciociaro, uno, un 29enne già noto alle forze dell’ordine per reati specifici e per i quali era sottoposto agli arresti domiciliari e, l’altro, minorenne, incensurato. Gli operanti, a seguito di una perquisizione d’iniziativa eseguita presso la loro abitazione, rinvenivano e sequestravano ben cinquantotto dosi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, tre grammi della stessa sostanza in polvere, ventidue grammi del pericolosissimo stupefacente detto “crack”, quattro bilancini di precisione, materiale vario per il confezionamento ed oltre 4.000,00 euro suddivisi in vari tagli, provento dell’attività illecita. I fratelli, secondo quanto disposto dalle competenti Autorità Giudiziarie, sono stati associati, il maggiorenne, presso la Casa Circondariale di Frosinone e, il minorenne, presso il Centro di Prima Accoglienza per i Minori di Roma. I Carabinieri interrompono così, ancora una volta, l’attività criminosa del giovane recidivo.

CASSINO, STOP AI SUPERALCOLICI AI MINORENNI

A seguito di segnalazioni di alcuni genitori preoccupati per i loro figli minori che ritornavano a casa alquanto alticci nel fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Cassino attivavano un dedicato servizio di osservazione in abiti civili all’interno e nei pressi di bar, disco-bar e disco-pub del centro di Cassino per individuare gli esercenti irresponsabili.

In particolare, i Carabinieri, questa notte, hanno verificato l’inosservanza delle norme per la tutela della salute presso due attività commerciali delle vie centrali della città ove regolarmente venivano somministrati alcolici e superalcolici a giovani senza che i gestori si accertassero della loro età.

Nel contesto dei controlli, infatti, un gestore veniva denunciato in stato di libertà per aver somministrato bevande non consentite a giovani minori di anni 16, nonché sanzionato con l’ammenda di euro 1000,00 per aver dato da bere alcolici a minori tra i 16 e 18 anni, mentre altri gestori venivano sanzionati con euro 1000,00 di ammenda per violato l’ordinanza comunale nr.88 del 12.04.2017 di divieto di somministrare bevande alcoliche e superalcoliche nelle aree esterne agli esercizi commerciali tra le ore 01.00-07.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento