menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frosinone, lavoro straordinario per tutti gli uomini dell’arma in provincia

Su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, tutti i reparti dipendenti sono stati impiegati in un servizio di perlustrazione aerea finalizzato a:

Su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, tutti i reparti dipendenti sono stati impiegati in un servizio di perlustrazione aerea finalizzato a:

- assicurare una capillare vigilanza sulla rete stradale, attraverso l'attuazione del noto Piano di saturazione del territorio;

- controllare pregiudicati, persone sospette, detenuti agli arresti domiciliari ed extracomunitari;

- localizzare latitanti, refurtiva, esplosivi/armi/munizioni e sostanze stupefacenti;

- controllare imprese agricole, turistiche ed alberghiere;

- accertare violazioni alla normativa riguardante la tutela ambientale e paesaggistica.

Tale attività che ha visto l'impiego di nr.86 militari e nr.43 automezzi, ha permesso di conseguire i seguenti risultati:

  • persone denunciate in stato di libertà nr.5;
  • proposte per irrogazione del F.V.O. nr.5;
  • persone controllate nr.314;
  • automezzi controllati nr.203;
  • attività commerciali controllate nr.11;
  • perquisizioni eseguite nr.20;
  • documenti di guida ritirati nr.3;
  • contravvenzioni elevate nr.18;
  • Contravvenzioni leggi speciali elevate nr.1.

In particolare:

Boville Ernica, i militari della locale Stazione, hanno controllato e identificato un 31enne, cittadino algerino residente nella provincia di Caserta, che si aggirava senza giustificato motivo nei pressi di esercizi commerciali di quel centro. Ricorrendo i presupposti di legge è stato proposto per l'irrogazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio;

Nel cassinate, i militari di quella Compagnia hanno proceduto a: denunciare in stato di libertà

- un 27enne residente a Cervaro, per guida in stato di ebbrezza alcolica, poiché controllato alla guida della propria autovettura con tasso alcolemico superiore a quello previsto dalle vigenti normative;

- due cittadine rumene residenti nel frusinate, per inosservanza dell'Ordinanza emessa del Questore di Frosinone di far ritorno nel comune di Cassino, in quanto sorprese su quella Consorziale Fiat mentre adescavano clienti al fine di prostituirsi;

- un 28enne residente nell'hinterland napoletano poiché sorpreso ad esercitare abusivamente la vendita di biancheria nel parcheggio di un centro commerciale di quel luogo. Allo stesso pertanto sono stati sottoposti a sequestro nr.129 capi di abbigliamento e contestata la violazione amministrativa di ? 5.164,57;

proporre per l'irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio

- un 42enne cittadino rumeno residente a Napoli, mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi di attività commerciali di quel centro.

- In Sora, i militari dell'Aliquota Operativa della locale Compagnia, hanno denunciato in stato di libertà un 30enne residente in provincia dell'Aquila, controllato insieme a due giovani rispettivamente di 41 e 36 anni il quale, a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di 4 stecche per complessivi grammi 3,300 di sostanza stupefacente del tipo hashish, sottoposta a sequestro. I tre prevenuti, ricorrendone i presupposti di legge sono stati proposti per l'irrogazione della misura di prevenzione del F.V.O. con divieto di ritorno nel suddetto comune per tre anni.

SUPINO, ARRESTATO 33ENNE PER FURTO AGGRAVATO NEL CAPOLUOGO

Frosinone, i militari del NORM della locale Compagnia, hanno tratto in arresto un 33enne di Supino per furto aggravato. Il prevenuto, mentre percorreva a piedi Via Parigi di questo Capoluogo, approfittando della momentanea assenza di una signora anziana, le asportava dall'interno della sua autovettura parcheggiata davanti ad un centro medico, una borsa contenente un tablet e la somma di ? 40,00 dal portafogli, allontanandosi immediatamente. Il personale operante, acquisite le prime notizie sulle caratteristiche dell'autore del furto, si sono messi alla ricerca dello stesso individuandolo all'interno del cortile di uno stabile di edilizia popolare dove aveva tentato di rifugiarsi, traendolo in arresto. La refurtiva interamente recuperata è stata restituita all'avente diritto mentre l'arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia in attesa del rito direttissimo a seguito del quale è stato posto in regime degli arresti domiciliari a mezzo del braccialetto elettronico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento