rotate-mobile
Cassino Cassino

San Biagio Saracinisco, arrestato un allevatore deteneva un fucile a canne mozze senza numero

In San Biagio Saracinisco, i Carabinieri della competente Stazione di Picinisco traevano in arresto, nella flagranza dei reati di “detenzione illegale di armi e munizioni” e “ricettazione”, un allevatore 26enne, già censito per reati contro la...

In San Biagio Saracinisco, i Carabinieri della competente Stazione di Picinisco traevano in arresto, nella flagranza dei reati di ?detenzione illegale di armi e munizioni? e ?ricettazione?, un allevatore 26enne, già censito per reati contro la persona. L?arresto veniva operato nell?ambito delle attività predisposte dal Comando Compagnia di Cassino e coordinate dal Comando Provinciale di Frosinone, volte a contrastare il fenomeno del bracconaggio attraverso serrati controlli nei confronti dei detentori di armi da caccia e di persone d?interesse operativo residenti nella Valle di Comino.

Nel corso di una perquisizione eseguita dai militari operanti presso un capannone adibito a rimessa di attrezzi agricoli sito nel comune di San Biagio Saracinisco ed in uso all?arrestato, i militari rinvenivano, occultato all?interno di uno scaffale ed avvolto in una coperta di lana, un fucile a doppia canna calibro 16 e numerose cartucce calibro 16 e 12, il tutto detenuto illegalmente.

L?arma rinvenuta era stata opportunamente modificata con il taglio delle canne, per un maggiore potere distruttivo, con l?abrasione tra l?altro delle matricole riportate sul castello e sulle canne.

Stante la flagranza dei reati, il 26enne veniva immediatamente tratto in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell?A.G..

Cassino, Denunciato 49enne per furto aggravato

Sempre nella giornata di ieri, in Cassino, i militari del NORM della locale Compagnia, al termine di attività info-investigativa deferivano in stato di libertà un 49enne del luogo per furto aggravato. Gli operanti erano intervenuti presso un esercizio pubblico della città martire a richiesta di una donna che aveva denunciato di essere stata derubata del portafogli e di due telefoni cellulari custoditi all?interno della sua borsa, mentre era intenta a giocare alle slot machine.

Dalla visione delle immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso del locale, i Carabinieri identificavano l?autore del furto, ripreso mentre prelevava dall?interno della borsa della signora il portafogli ed i due telefonini. Constatato quanto sopra veniva in un secondo tempo localizzato ed i due telefoni restituiti alla legittima proprietaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Biagio Saracinisco, arrestato un allevatore deteneva un fucile a canne mozze senza numero

FrosinoneToday è in caricamento