menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
pontecorvo 1-2

pontecorvo 1-2

San Giovanni Incarico, rinvenuta una poiana ferita al centro della strada

 San Giovanni Incarico , i militari della locale Stazione, nel contesto delle attività finalizzate al controllo del territorio, deferivano in stato di libertà,  alla competente A.G. un 16enne, residente in San Giovanni Incarico,  poiché ritenuto ...

San Giovanni Incarico , i militari della locale Stazione, nel contesto delle attività finalizzate al controllo del territorio, deferivano in stato di libertà, alla competente A.G. un 16enne, residente in San Giovanni Incarico, poiché ritenuto responsabile del reato di "guida senza patente".

Pontecorvo

A seguito del controllo alla circolazione stradale, i militari operanti accertavano che il prevenuto, sorpreso alla guida di un ciclomotore privo di targa, circolava alla guida del predetto mezzo, sprovvisto del prescritto titolo abilitativo poiché mai conseguito e della copertura assicurativa. Ciclomotore sottoposto a sequestrato, e deferivano in stato di libertà alla competente A.G. un 19enne originario del Marocco, poiché resosi responsabile del reato di "porto illegale di armi o strumenti atti ad offendere". Il giovane, controllato dai militari operanti mentre si trovava alla guida del proprio ciclomotore, privo di targa e della copertura assicurativa, veniva sottoposto ad accurata perquisizione personale e veicolare, a seguito della quale veniva rinvenuta una pistola scacciacani con silenziatore e un manganello di legno lungo cm. 60, occultati rispettivamente nel vano oggetti e nella carenatura del citato ciclomotore, sottoposti a sequestro. Inoltre, a seguito di segnalazione pervenuta presso la centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo, i militari del dipendente N.O.R.M. - Aliquota Radiomobile recuperavano, in San Giovanni Incarico - località Madonna della Guardia, ferita al centro della carreggiata, un esemplare di Poiana. Il rapace, di specie protetta, veniva affidata al centro recupero animali selvatici "Ente Parco Regionale Riviera di Ulisse" del comune di Gaeta (LT).

SORA, DENUNCIATE 6 PERSONE PER RISSA

Decorsa notte, in Sora, militari della locale Stazione, nell'ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, deferivano in Stato di libertà, alla competente A.G., 6 giovani (con età compresa tra i 26 e 33 anni di cui 3 extracomunitari), tutti residenti nel Sorano poiché resisi responsabili del reato di "rissa". I predetti, alle ore 02:30 circa, in quel centro, mentre si trovavano all' interno di un esercizio pubblico adibito alla ristorazione, per futili motivi, probabilmente connessi al pagamento di consumazioni alcoliche, iniziavano un'accesa discussione sfociata poi in una violenta rissa, culminata successivamente all'esterno dell'esercizio, sulla pubblica via. I giovani, nell'occorso, causavano dei danni in corso di quantificazione, sia all'arredamento dell'esercizio stesso che ad una ad una macchina parcata sulla pubblica via. I militari operanti , intervenuti sul luogo rinvenivano e sequestravano n. 3 coltelli; n. 2 bastoni in legno , n. 3 sanpietrini sradicati dal selciato della vicina piazza Santa Restituta nonché l'autovettura danneggiata. A seguito dell'evento, 3 dei 6 giovani riportavano lesioni non gravi refertate dal pronto soccorso dell'ospedale di Sora. Le indagini sono tuttora in corso al fine di addivenire all'identificazione di ulteriori partecipanti alla rissa.

CASSINO, DENUNCIA E RIMPATRIO DURANTE I CONTROLLI DI FINE SETTIMANA

Continuano incessanti i controlli dei carabinieri della Compagnia Carabinieri di Cassino nell'ambito di una predisposta attività preventiva disposta dal Comando Provinciale, tesa a garantire una maggiore sicurezza ai cittadini, soprattutto in questo periodo estivo, mediante l'attuazione di idonei servizi mirati a contrastare i reati predatori, il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti , il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica nonché e le violazioni in materia eco-ambientale. Tale "dispositivo preventivo", che ha visto l'impiego di 14 militari suddivisi in 7 pattuglie, ha permesso di:

  1. a) deferire in stato di libertà:

- un 34 enne, residente nella provincia di Caserta e titolare di un'azienda casearia sita in San Vittore del Lazio poiché, a seguito del controllo, i militari operanti riscontravano che l'azienda non era dotata di autorizzazione gli scarichi delle acque e che le stesse venivano immesse direttamente in un fossato antistante l'azienda stessa, provocando un acquitrino maleodorante .

  1. b) di avanzare proposte per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O:

- nei confronti di un 53enne, un 44enne, un 37enne, un 22enne ed un 17enne, (residenti in Ferrara, Eboli il 2° ed il 5°, in Agropoli il 3° ed il 4°), poichè sorpresi senza giustificato motivo e con fare sospetto presso obiettivi sensibili, siti nella "Città Martire".

Nell'ambito del medesimo servizio, inoltre, venivano controllate nr. 31 autovetture ed indentificate 43 persone, elevate 5 contravvenzioni al C.d.S. ed effettuate nr. 3 perquisizioni personali e veicolari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento