Domenica, 17 Ottobre 2021
Cassino Cassino

Sant’Elia, donna 45enne depressa si spara un colpo al seno trasportata con l’eliambulanza a Roma. Arrestato il marito

Invece Carabinieri della Stazione di Sant’Elia Fiumerapido e personale del NORM di Cassino, intervenivano presso l’abitazione di una 45enne, residente in una frazione di S. Elia poiché quest’ultima, poco prima, a causa di presumibile stato...

Invece Carabinieri della Stazione di Sant'Elia Fiumerapido e personale del NORM di Cassino, intervenivano presso l'abitazione di una 45enne, residente in una frazione di S. Elia poiché quest'ultima, poco prima, a causa di presumibile stato depressivo, aveva tentato il suicidio mediante l'esplosione di un colpo di pistola al petto, altezza seno sinistro.

La donna, a seguito delle ferite riportate, veniva fatta trasportare all'ospedale di Cassino e, successivamente, elitrasportata presso l'Ospedale Umberto I° di Roma, ove veniva dichiarata in prognosi riservata.

I carabinieri intervenuti rinvenivano in una stanza attigua alla camera da letto, la pistola usata dalla donna, risultata essere una calibro 22, illegalmente detenuta dal marito S.E. 56enne; pertanto, stante i presupposti di legge, eseguivano una minuziosa perquisizione domiciliare che consentiva di rinvenire, all'interno di una cantina attigua all'abitazione: una carabina ad aria compressa cal. 4,5 e numerosissime cartucce di vario calibro, per armi comuni da sparo nonché nr. 2 cartucce cal. 7,65 e n. 6 cartucce cal. 9 parabellum, per pistole in uso alle FF.PP.; nr. 6 cartucce cal. 7,62 risalenti al secondo conflitto mondiale ed una baionetta per arma da guerra; il tutto illegalmente detenuto dal marito della donna, il tutto sottoposto a sequestro.

Stante la flagranza dei reati di detenzione abusiva di munizioni da guerra e parti di esse nonché detenzione illegale di armi comuni e munizioni, provvedevano a trarre in arresto l'uomo, il quale, dopo le formalità di rito, veniva ristretto in regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa della convalida, come disposto dall'A.G..

CASSINO, ARRESTATE A PIEDIMONTE IN FLAGRANZA DI REATO DUE PERSONE PER FURTO

Continuano incessanti i servizi preventivi effettuati dal personale della Compagnia Carabinieri di Cassino, coordinati dal Superiore Comando Provinciale di Frosinone, tesi al controllo del territorio al fine di prevenire reati contro il patrimonio, il consumo e spaccio di sostanze stupefacenti nonché le infrazioni al Codice della Strada, con particolare riguardo alla guida sotto l'effetto di sostanze alcoliche/psicotrope, attraverso un massiccio dispositivo sulle principali arterie e snodi di comunicazione, in prossimità del casello autostradale dell'A1 di competenza e nelle adiacenze delle Stazioni Ferroviarie. Sono state inoltre eseguite specifiche attività finalizzate alla captazione di soggetti d'interesse operativo.

Infatti, nel pomeriggio del decorso 4 febbraio, durante l'espletamento delle predette attività preventive, che hanno visto l'impiego del personale delle Stazioni dipendenti e del rispettivo Nucleo Operativo e Radiomobile, venivano tratti in arresto un 60enne ed un 35enne, entrambi partenopei, già censiti per reati contro la persona e il patrimonio, poiché colti nella flagranza dei reati di furto aggravato in concorso e possesso di documento di identificazione falso.

Gli stessi, dopo aver forato la ruota dell'autovettura di proprietà di un 70enne (residente nella limitrofa provincia di Caserta), dallo stesso poco prima parcata nel piazzale antistante un supermercato sito in Piedimonte San Germano, approfittando della distrazione di quest'ultimo, cercavano di asportargli il borsello che aveva riposto nell'auto. I militari del NORM, allertati dalla vittima, riuscivano, dopo un breve inseguimento a bloccarli e trarli in arresto. A seguito di una perquisizione personale e veicolare, i medesimi venivano trovati in possesso di un coltello, un cacciavite, un dissuasore di frequenza, un telecomando utilizzato per il disturbo delle frequenze (apparecchiatura utilizzata per inibire gli antifurti delle autovetture) ed una carta di identità risultata falsa. Inoltre, il 35enne veniva trovato in possesso di gr.0,258 di sostanza stupefacente del tipo eroina, il tutto sottoposto a sequestro.

Nei confronti dei predetti, ricorrendone i presupposti di legge, veniva altresì avanzata la proposta per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O., con divieto di far ritorno nel predetto Comune per anni tre mentre, nei confronti del 35enne, veniva inoltrata anche la segnalazione alla Prefettura di Frosinone quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Gli arrestati, espletate le espletate formalità di rito, venivano ristretti presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia in attesa del rito direttissimo.

foto arresti Piedimonte S.G.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant’Elia, donna 45enne depressa si spara un colpo al seno trasportata con l’eliambulanza a Roma. Arrestato il marito

FrosinoneToday è in caricamento