Nord CiociariaToday

Acuto, ubriaco invade l’altra corsia e provoca incidente sull’Anticolana 2 feriti ricoverati in gravi condizioni ad Alatri

In Acuto, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, coadiuvati dal personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni, deferivano in stato di libertà un 31enne residente in  Aprilia, poiché resosi responsabile dei reati di  di...

Acuto, ubriaco invade l’altra corsia e provoca incidente sull’Anticolana 2 feriti ricoverati in gravi condizioni ad Alatri

In Acuto, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, coadiuvati dal personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni, deferivano in stato di libertà un 31enne residente in Aprilia, poiché resosi responsabile dei reati di di “lesioni personali gravi e guida in stato di ebbrezza alcolica”.

In particolare, intorno alle ore 01.30 della decorsa notte, lungo la Via Anticolana del Comune di Acuto, il suddetto, alla guida della propria autovettura, in evidente stato di ebbrezza alcolica, invadeva l’opposta corsia di marcia, collidendo frontalmente con altro autoveicolo con a bordo due giovani del luogo che, a causa del violento impatto, riportavano gravi lesioni e venivano immediatamente trasportati presso il pronto Soccorso dell’Ospedale di Alatri, trovandosi tuttora in prognosi riservata.

I veicoli coinvolti nel sinistro, sono stati sottoposti a sequestro penale a diposizione dell’Autorità Giudiziaria

FROSINONE, ARRESTATO 32ENNE DI ALATRI PER INOSSERVANZA OBBLIGHI E UN 31ENNE DI VEROLI

In Frosinone, personale del N.O.R.M. - Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alatri, traevano in arresto un 32enne di Alatri poiché resosi responsabile di “inosservanza degli obblighi derivanti dalla sorveglianza speciale”.

Lo stesso, nonostante sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno nel Comune di Alatri, veniva rintracciano in Frosinone dai militari operanti.

Questa mattina, in Alatri, sempre i militari del N.O.R.M. Aliquota Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri, traevano in arresto un 31enne di Veroli, poiché resosi responsabile di “inosservanza degli obblighi derivanti dalla sorveglianza speciale”. Lo stesso, nonostante sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno nel Comune di Veroli, veniva rintracciano dai militari operanti nel Comune di Alatri.

.CASSINO, FERMATA UN’AUTO CON UNA DONNA DI ENTINA ROM CON INDOSSO MONETE SOLDI CONTRAFFATTI

Proseguono le attività preventive, sul territorio di competenza, da parte del personale del Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, volte a prevenire e reprimere reati contro il patrimonio e le persone, al controllo della circolazione stradale e alla captazione di soggetti di interesse operativo che si aggirano nella giurisdizione.

Nel corso di tali servizi, i militari del N.O.R.M- Aliquota Radiomobile intercettavano un autovettura condotta da un 39enne di origini partenopee, con a fianco una donna di etnia rom che, alla vista dei carabinieri, rallentavano vistosamente la marcia e cercavano di sottrarsi al controllo cercando di svoltare in parcheggio circostante.

Insospettiti dell’atteggiamento assunto dai due, gli operanti procedevano ad intimare l’alt al conducente del veicolo il quale, vistosamente insofferente, si accostava lungo la carreggiata; nel frattempo la donna, identificata in una 42enne, mostrandosi particolarmente nervosa ed agitata, approfittando degli indumenti indossati, particolarmente ampi e lunghi, tentava di disfarsi di un involucro che celava all’altezza della cinta della gonna, occultandolo all’interno della gonna stessa.

Tale strano movimento veniva notato dai militari che, prontamente, recuperavano l’involucro che risultava composto da n. 9 banconote da euro 20, risultate false.

Stante la flagranza la donna veniva dichiarata in stato di arresto e tradotta in regime di arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza, in attesa del giudizio per direttissima, così come disposto dall’A.G. competente.

Le nove banconote, tutte riportanti lo stesso numero progressivo, venivano sottoposte a sequestro e segnalate al Comando Carabinieri Nucleo Antifalsificazioni Monetarie di Roma per gli ulteriori accertamenti del caso.

CASALVIERI, CONTROLLATI 34ENNE E 64ENNE SEQUESTRATI ARNESI DA SCASSO

Casalvieri, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, nell’ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, deferivano in stato di libertà, alla competente A.G., un 30enne ed un 64enne, residenti nell’ hinterland partenopeo poiché, controllati a bordo di un’autovettura, venivano trovati in possesso di armi improprie ed attrezzi atti allo scasso che venivano contestualmente sottoposti a sequestro.

VAL DI COMINO, STUDENTE 19ENNE TROVATO IN POSSESSO DI UNA PISTOLA A GAS DENUNCIATO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Personale dei Comandi Stazione Carabinieri di Alvito, Vicalvi e Casalvieri, intervenivano presso un Istituto Scolastico della Val di Comino ove, un 19enne residente nel Sorano, veniva trovato in possesso di una pistola a gas con tappo rosso, completa del relativo caricatore e riproducente una pistola Beretta mod 92, contestualmente sottoposta a sequestro. Lo stesso, quindi, veniva deferito in stato di libertà per “porto di arma ad aria compressa senza giustificato motivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento