Nord CiociariaToday

Paliano- Anagni- Piglio-Colleferro, denunciate 8 persone deferite altre 4

La Compagnia Carabinieri di Anagni nel corso delle notti del 26 e 27 settembre,  eseguiva  un servizio di controllo del territorio con l’impiego dei militari delle Stazioni dipendenti e del Nucleo Operativo e Radiomobile.

La Compagnia Carabinieri di Anagni nel corso delle notti del 26 e 27 settembre, eseguiva un servizio di controllo del territorio con l’impiego dei militari delle Stazioni dipendenti e del Nucleo Operativo e Radiomobile.

Nel corso dello stesso venivano deferite in stato di libertà otto (8) persone e quattro (4) segnalate per detenzione di stupefacenti per uso personale non terapeutico, nei territori di Anagni, Acuto, Paliano e Piglio, per i reati di inosservanza del provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio, falsa attestazione a P.U. sulla propria identità, furto di energia elettrica, guida in stato di ebbrezza alcolica, lesioni personali aggravate, danneggiamento e guida senza patente.

In particolare:

  • in Paliano, venivano deferite due cittadine rumene per inosservanza del provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio, un 58enne di Colleferro per danneggiamento in danno di un vicino, un 59enne del posto per furto di energia elettrica, avendo allacciato arbitrariamente la propria utenza domestica alla rete pubblica, un 75enne del posto per aver aggredito durante un litigio, scaturito per futili motivi, un 60enne di Piglio procurandogli lesioni;
  • in Anagni, veniva deferito un 45enne del luogo, poiché sorpreso alla guida della propria autovettura sotto l’effetto di bevande alcoliche ed un 19enne di Roma, poiché sorpreso alla guida di autovettura senza aver mai conseguito la patente di guida;
  • in Acuto, veniva deferito 31enne di Salerno, perché sorpreso alla guida in recidiva di autoveicolo, sprovvisto della patente di guida in quanto revocata, nonché per aver attestato falsamente ai Carabinieri false generalità.

Si procedeva altresì al controllo di diversi veicoli ed alla identificazione di molte persone, ad elevare contravvenzioni a nr.10 utenti della strada per non aver fatto uso delle cinture di sicurezza, a sottoporre a sequestro un veicolo per mancanza di assicurazione, nonché ad effettuare numerose perquisizioni.

Inoltre nell’ambito dello stesso contesto operativo venivano sottoposte a controllo numerose persone e nei confronti di una di esse, gravata da numerosi pregiudizi di polizia, veniva avanzata proposta per l’applicazione della misura di sicurezza del rimpatrio con foglio di via obbligatorio in quanto non riusciva a giustificare la propria presenza nell’ambito della giurisdizione della Compagnia;

GUARCINO, EMESSI TRE FOGLI DI VIA OBBLIGATORI

A Guarcino, i militari della locale Stazione, nel corso di servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio, intercettavano e controllavano tre cittadini rumeni domiciliati presso un campo nomadi della Capitale e già censiti, mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi di attività commerciali di quel Centro. Ricorrendone i presupposti di legge, gli stessi venivano proposti per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre;

FROSINONE, DENUNCIATO 42ENNE DI CASERTA PER FURTO CON STAPPO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Frosinone, i militari del NORM della locale Compagnia, a conclusione di indagine deferivano in stato di libertà per “furto con strappo”, un 42enne originario della provincia di Caserta, pregiudicato per analoghi reati. Lo stesso, nel tardo pomeriggio di domenica 25 u.s. in via Marittima di Frosinone, strappava dal collo una catena in oro con ciondolo ad una 61enne cittadina rumena. Il malfattore, dopo essersi impossessato della collana, si dileguava a bordo della propria autovettura priva della targa posteriore, facendo perdere le proprie tracce. Le serrate indagini permettevano in breve tempo di identificare l’uomo che poi veniva rintracciato in piazzale Europa di Frosinone, ancora a bordo dell’auto. L’attività di polizia giudiziaria susseguente consentiva altresì di deferirlo all’Autorità giudiziaria anche per i reati di “occultamento di atti veri”, per aver nascosto all’interno del bagagliaio dell’auto la targa posteriore e “guida in stato di ebbrezza alcolica”, in quanto sorpreso con un tasso alcolemico superiore al limite consentito dalla normativa vigente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento