Nord CiociariaToday

Alatri, Al ballottaggio Giuseppe Morini ( PD 31,6%) ed Enrico Pavia ( civica 25,30%)

Per conoscere il nome del nuovo Sindaco di Alatri bisognerà aspettare il ballottaggio che si terrà Domenica 19 Giugno. I due candidati che si contenderanno la tanto ambita carica sono Giuseppe Morini (primo cittadino uscente) ed Enrico Pavia.

Per conoscere il nome del nuovo Sindaco di Alatri bisognerà aspettare il ballottaggio che si terrà Domenica 19 Giugno. I due candidati che si contenderanno la tanto ambita carica sono Giuseppe Morini (primo cittadino uscente) ed Enrico Pavia.

Con 5.526 voti (31,16% delle preferenze) Morini è stato il più votato in questo primo turno. Pavia riesce a spuntarla su Antonello Iannarilli conquistando 4.486 voti (25,30%), mentre il leader di Forza Italia non è andato oltre il 20,34% (3.608).

Tarcisio Tarquini ottiene il 12,58% delle preferenze (2.232 voti) mentre l’esponente del Movimento 5 Stelle, Riccardo Gatta, si ferma all’8,73% (1.548). Luciano Maggi conclude questa avventura con 331 preferenze (1,86%).

La Lista che in assoluto ha ricevuto più preferenze è quella del PD (2.720 voti), seguita da Forza Italia (1.958) Patto per Alatri (1.380) e Noi per Alatri (1.358).

IL COMMENTO DI PAVIA

“Il risultato non ci ha colto di sorpresa. Abbiamo girato la città in lungo e in largo, avevamo forte la sensazione di una buona riuscita della nostra offerta politica, sentivamo che gli elettori avrebbero premiato la scelta di puntare su un’aggregazione civica che tenesse lontani i partiti. I cittadini di Alatri vogliono cambiare, questo è il senso del voto di domenica. – Afferma Pavia dopo la conferma del risultato Elettorale- Una volontà di cambiamento rispetto agli ultimi cinque anni certificata dal fatto che il sindaco uscente è stato votato da appena un cittadino su tre. Penso che, tra le alternative in campo, il progetto amministrativo costruito sulla mia candidatura è quello che ha riscosso i consensi maggiori. Ora il confronto è a due. Da una parte la riproposizione di un modello di governo cittadino che ha fallito ed è stato bocciato in cabina elettorale, dall’altra parte ci siamo noi che abbiamo costruito una proposta alternativa vicina alla città e lontana anni luce dalla politica. Alatri ha colto il senso del nostro messaggio, ci ha premiato investendoci della responsabilità di veicolare e diffondere ancora meglio, nei prossimi quindici giorni, la profondità del nostro progetto amministrativo. Ringrazio tutti i candidati delle mie liste e tutti i cittadini di Alatri, anche quelli che in questo primo turno hanno votato altri candidati a sindaco. E rassicuro tutti loro: Enrico Pavia continuerà a presentarsi con schiettezza, coerenza e linearità. Chi voterà per Pavia lo farà per premiare il mio, nostro progetto, la nostra trasparenza, la nostra volontà di far ripartire una città oggi spenta e rassegnata. Da oggi si torna in piazza, per le strade, nelle contrade perché sono sicuro che la nostra idea di amministrazione troverà consensi anche lì dove, nella prima fase, non era risultata a abbastanza rivoluzionaria e innovativa”.

IL COMMENTO DI IANNARILLI

““Mi ritengo soddisfatto nonostante l’esito delle elezioni e la consapevolezza che l’urna riservi sempre delle sorprese. Mi ritengo soddisfatto perché sono stato coerente con i miei principi, perché ho fatto una campagna elettorale pacata e di basso profilo nel denunciare il disastro in cui Alatri è scivolata, e per questo mi è piaciuta e mi sento sereno. Così come mi ritengo soddisfatto perché non sono sceso né a compromessi, né a inciuci, dicendo sempre la verità e non prendendomi gioco dei miei concittadini, che purtroppo andranno incontro a tempi cupi. E’ quindi una sfida che ripeterei con la stessa forza delle mie convinzioni e con l’amara consapevolezza di quel che ho sempre detto: la forbice di voti presi dalla Lista di Programma Alatri e da Pavia, rivela purtroppo che quest’ultimo, senza l’appoggio del Centrosinistra, non ce l’avrebbe fatta e sarebbe finito dietro di me. L’unico motivo per cui sono sceso in campo è la preoccupante condizione in cui si trova la mia città, condannata, e il tempo dirà se ho ragione, a stretto giro al dissesto finanziario e per questo ad un baratro ancora più grande. Noi ci abbiamo provato. Sul futuro della mia attività e della mia squadra, squadra che mi ha dato tanto e che colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta, vi diremo dopo la prossima riunione organizzativa che si terrà a stretto giro. La cosa certa però è l’opposizione che farò da qui in avanti e che negli ultimi anni è un po’ mancata”.

---------------------------------------------------------

Buschini: "Grande affermazione del centrosinistra in Provincia di Frosinone"


"In provincia di Frosinone c'è stata una grande affermazione del centrosinistra e dei candidati sostenuti dal Partito Democratico". Lo ha detto l'Assessore regionale Mauro Buschini analizzando gli esiti delle amministrative che hanno visto 24 comuni della provincia di Frosinone al voto.

"Grandi conferme - ha spiegato Buschini - giungono dai sindaci uscenti e dalle amministrazioni che già hanno ben governato i comuni, e anche trionfi di nuove figure. La riconferma dei tanti sindaci uscenti, inoltre, è il segno evidente di come i risultati raggiunti nei comuni dal centrosinistra, grazie anche alla filiera di governo con la Regione Lazio, sia stata premiata dal voto dei cittadini. Anche nelle medie città della provincia, Alatri, Sora e Cassino, il centrosinistra conferma di avere un importante insediamento territoriale. Ora bisognerà battersi con forza nei ballottaggi, affinché la nostra coalizione continui, nel territorio, a ben amministrare i comuni con l'unico obiettivo di migliorare la qualità della vita ai nostri cittadini. Grazie a tutti i candidati e le candidate che si sono battuti con passione e con grande forza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento