Nord CiociariaToday

Alatri, celebrato alle fraschette “ Il giorno della Memoria”

di Giancarlo Flavi Non si poteva scegliere posto migliore per celebrare “il giorno della memoria” delle Fraschette di Alatri, dove c’è stata gente deportata da tutto il mondo , ma non è stata torturata. Luogo voluto dai fascisti.

Alatri Le fraschette Giorno della Memoria 3

di Giancarlo Flavi

Non si poteva scegliere posto migliore per celebrare “il giorno della memoria” delle Fraschette di Alatri, dove c’è stata gente deportata da tutto il mondo , ma non è stata torturata. Luogo voluto dai fascisti.

Così, con una cerimonia altamente significativa alla presenza dei ragazzi del Liceo “Pietrobono” di Alatri, e dell’Istituto alberghiero di Fiuggi e di tutte le autorità provinciali è stata celebrata la “giornata della memoria”, perché la memoria ci ricorda la storia e “oggi ci vuole più solidarietà” ha affermato il Prefetto Emilia Zarrilli- da queste terre c’è stato il deportamento di persone fisiche ecco perché ci vuole più solidarietà” dopo aver ricordato lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. Per non dimenticare.

Ma tutto è partito con le note dell’Orchestra di Frosinone, poi il saluto del sindaco di Alatri Ing. Giuseppe Morini, del Presidente della Provincia Avv. Antonio Pompeo, del Prefetto di Frosinone Emilia Zarrili, del dott. Pierino Malandruucco ( vicario dell’Ufficio Scolastico Regionale Lazio AT di Frosinone), del Dott. Carlo Costantini ( Presidente dell’associazione Nazionale Partigiani Cristiani di Frosinone) il tutto introdotto dal collega Pietro Antonucci che ha trattato il tema “ Le fraschette” luogo di dolore facendo vedere anche un breve documentario con testimonianze dirette. Poi l’intervento della prof.ssa Patrizia Campagna ( Memoria Sociale e identità culturali – Docente utilizzata presso l’U.S.R. Lazio Ambito territoriale di Frosinone) interessante poi il racconto di un testimone l’On. Prof. Enrico Modigliani ( Membro della Comunità Ebraica di Roma e promotore e promotore del progetto Memoria del Centro di documentazione Ebraica) che ha spiegato ai ragazzi con esempi quanto gli era accaduto a Roma.

Poi il prefetto ha consegnato una medaglia d’oro Alla Famiglia Costantini figli di un cittadino Deportato di Alatri nel lager nazista. Infine sono stati protagonisti gli studenti del “Pietrobono” guidati dalla Dirigente scolastica Prof. Anna Maria Greco dell’IIS “ S. Pertini e del Liceo “Pietrobono” e dopo ancora i brani dell’Orchestra da camera di Frosinone, che ha chiuso con il brano della “Vita è bella” tratta dall’omonimo film c’è stata la relazione di Marilinda Figliozzi che insieme a Carlo Costantini, ha presentato il volume “ Le fraschette di Alatri- Da campo di Concentramento a centro raccolta rifugiati e profughi” edito dall’ANPC di Frosinone.

Ad Alatri, presenti tutte le autorità Provinciali a Cominciare dal Questore Santarelli, Ai Comandanti dei Carabinieri Col. Tuccio, della Finanza Col Carbone, dell’Aeroporto di Frosinone Col. Felicissimo nonché di numerosi sindaci a Cominciare da quello di Vico nel Lazio, Morolo Sgurgola, Guarcino, Fumone, Acuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento