Alatri Ceccano

Alatri, collaboratrice domestica del posto falsifica le chiavi di casa e ruba duemila euro all'anziano datore di lavoro

Alatri, i carabinieri  del NORM della locale Compagnia, deferivano in stato di libertà un 43enne cittadino rumeno domiciliato in Alatri per il reato di “ricettazione”.

Alatri, i carabinieri del NORM della locale Compagnia, deferivano in stato di libertà un 43enne cittadino rumeno domiciliato in Alatri per il reato di "ricettazione". I militari operanti nel corso di attività di polizia giudiziaria rinvenivano l'abitazione del predetto un martello elettrico, risultato denunciato oggetto di furto; Nel primo pomeriggio odierno presso la Casa Circondariale di Frosinone, gli stessi militari notificavano I.D., ad un 31enne di Ceccano detenuto, l'ordinanza applicativa di misura cautelare personale in carcere, emessa dal Tribunale di Frosinone in data 13 settembre 2013, che concordava pienamente con le risultanze investigative condotte dai militari del NORM della Compagnia di Alatri e da quelli della Stazione di Boville Ernica. L'uomo, in concorso con altra persona rimasta ignota, si rendeva responsabile di tentata rapina ad una gioielleria di Boville Ernica in data 6 febbraio 2013; Invece, i militari della locale Stazione, a conclusione di attività info-investigativa intrapresa a seguito di furto in abitazione, deferivano in stato di libertà una donna di 36 anni di Alatri. La stessa, saltuaria collaboratrice domestica di un pensionato del luogo, dopo aver duplicato le chiavi di casa ed approfittando dell'assenza dell'anziano, gli asportava la somma di euro 2.000,00 (duemila) che lo stesso custodiva per le sue esigenze;

Veroli, i militari della locale Stazione consorziata con quella di Boville Ernica, nell'ambito di servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, intercettavano e controllavano tre cittadini rumeni domiciliati a Frosinone e già censiti, mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi di obiettivi sensibili di quel Centro.

Ricorrendone i presupposti di legge, gli stessi venivano proposti per l'irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre;

COMPAGNIA DI CASSINO

Cassino, i militari della locale Stazione, nell'ambito di predisposto servizio teso anche alla tutela ambientale, controllavano due autocarri addetti alla raccolta dei RSU di proprietà di una nota ditta operante in zona, che a seguito di avaria di uno dei due mezzi, trasbordavano il carico consistente in plastica e metalli.

In tale operazione gli accertatori rilevavano l'imbrattamento della pubblica via, procedendo pertanto a contravvenzionare gli autisti per la violazione di cui all'art. 15 del C.d.S. "Imbrattamento di strade".

In località San Giuseppe - Ponte Americano Picinisco, i militari della locale Stazione, nell'ambito di predisposto servizio teso anche alla tutela ambientale, rinvenivano sul suolo demaniale a ridosso del fiume Mollarino, una discarica abusiva composta da varie di lastre di eternit. Il materiale rinvenuto veniva circoscritto e sottoposto a sequestro in attesa della bonifica da parte delle competenti Autorità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alatri, collaboratrice domestica del posto falsifica le chiavi di casa e ruba duemila euro all'anziano datore di lavoro

FrosinoneToday è in caricamento