Nord CiociariaToday

Alatri, domenica 6 messa in suffragio per tutti i confratelli delle confraternite deceduti

Domenica 6 novembre p.v. alle ore 15.00, presso la Cappella del Crocifisso del Civico Cimitero, verrà celebrata una Santa Messa in suffragio dei defunti delle Confraternite. L'iniziativa -a detta del Segretario Aldo Fanfarillo del Coordinamento...

Domenica 6 novembre p.v. alle ore 15.00, presso la Cappella del Crocifisso del Civico Cimitero, verrà celebrata una Santa Messa in suffragio dei defunti delle Confraternite. L'iniziativa -a detta del Segretario Aldo Fanfarillo del Coordinamento diocesano delle Confraternite è come negli anni scorsi. L’invito è rivolto a tutti i Priori delle Confraternite di Alatri ed è molto importante – dice Fanfarillo - perché si vuole ricordare al Signore tutte le persone che hanno condiviso i nostri cammini.

L'appuntamento per tutti i confratelli e consorelle delle Confraternite del Comune di Alatri è fissato per le ore 14.30 presso il piazzale dell'ex stazione, dove processionalmente si raggiungerà la Cappella del Crocifisso, recitando il Santo Rosario.

Celebrerà il Delegato vescovile delle Confraternite Don Bruno Veglianti.

ALATRI, IL COORDINAMENTO DIOCESANO DELLE CONFRATERNITE DELLA DIOCESI ANAGNI - ALATRI RICORDA MONS. LUIGI BELLOLI, VESCOVO EMERITO, CON UNA CELEBRAZIONE DI UNA SANTA MESSA NEL QUINTO ANNIVERSARIO DELLA SUA SCOMPARSA.

Memori dell'intenso e proficuo Episcopato di Mons. Luigi Belloli nella nostra Diocesi dal 1988 al 1999, il Coordinamento diocesano delle Confraternite della Diocesi Anagni - Alatri ha programmato per Domenica 6 Novembre alle ore 15,00 la celebrazione di una Santa Messa che verrà officiata dal Delegato Vescovile don Bruno Veglianti presso la cappella del Crocifisso del Civico Cimitero alla presenza delle confraternite di Alatri.

Il vescovo Luigi è stato il “padre” della neonata chiesa di Anagni-Alatri che era stata fondata, dopo la morte di Mons. Florenzani, con un decreto di unificazione del 30 Settembre 1986, emesso dalla Santa Sede con il quale veniva privata alla popolazione alatrense la loro sede vescovile secolare.

Il primo obiettivo di Mons. Belloli fu quello di guidare la transizione, senza danni, riconoscendo le peculiarità di ciascuna realtà, spingendo verso una convergenza le trasformazioni sociali e culturali che incalzavano, che richiedevano risposte decise e non confuse.

Lungo gli undici anni del suo intero episcopato (1988-1999) in terra ciociara, il vescovo Belloli, ambrosiano di origine, fu sempre attento a leggere i segni dei tempi, in particolare a mostrare che lo sviluppo richiede una nuova e più profonda forma di saggezza, di cui il Vangelo è la strada da percorrere insieme. Non solo! Il Vescovo Belloli ogni anno nel giorno della festa di San Francesco di Sales, protettore dei giornalisti teneva il tradizionale incontro con i giornalisti della Diocesi Anagni-Alatri. Il contatto diretto tra la Chiesa ed il mondo della comunicazione avveniva nel Vescovato di Anagni. Ad informare i giornalisti locali era il direttore dell’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali Mons. Domenico Pompili ora da un anno Vescovo della Diocesi di Rieti. Negli incontri annuali il Vescovo Belloli aveva sempre ribadito come i mezzi di comunicazione debbano essere “ben usati: l’informazione deve avere orientamenti etici e morali e regole certe”. Monsignor Belloli con questi incontri annuali con gli informatori locali coglieva sempre l’occasione di esprimere a nome di tutta la Chiesa il suo profondo ringraziamento a chi svolge questo delicatissimo compito di informare.

Con l’avvento di Mons. Lambiasi questa tradizione con i giornalisti è stata annullata perché la Diocesi aveva fondato il Mensile Anagni-Alatri Uno.

Giorgio Alessandro Pacetti

Giorgio Alessandro Pacetti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento