Nord CiociariaToday

Alatri, Iannarilli risposta alle diffamazioni di Morini

Preso atto di quanto dichiarato e viste le diffamanti falsità, mi vedo costretto a rispondere all’Ing. Morini, sottolineandogli che non sono mai stato sindaco del Comune di Alatri e le accuse a me rivolte non hanno nessun fondamento;

Antonello Iannarilli-2

Preso atto di quanto dichiarato e viste le diffamanti falsità, mi vedo costretto a rispondere all’Ing. Morini, sottolineandogli che non sono mai stato sindaco del Comune di Alatri e le accuse a me rivolte non hanno nessun fondamento; i documenti e le persone che lavorano in Comune ne sono una chiara testimonianza. Il malcontento che si respira oggi tra i dipendenti del Comune è palese e tangibile ed in passato non c'è mai stato; questo è un fatto inconfutabile. Personalmente non ho avuto contrasti con nessun dipendente e non ho mai spinto o esortato qualcuno a fare causa all’Ente; sono altri i responsabili! Godo di ottima stima tra tutti i dipendenti. Io nella mia gestione del personale negli anni non ho mai incontrato alcuna difficoltà; mi sono sempre confrontato con tutti ed in cambio ho ricevuto sempre e solo rispetto. Un buon amministratore se vuole ottenere risultati deve essere leale con i lavoratori e questa è la mia priorità. Premesso questo, ci tengo a ricordare all’Ing. che le parcelle emesse dagli avvocati nominati dalla Giunta Magliocca sono relative a cause motivate dalla precedente gestione dove c’era lui a governare; forse l’Ing. ha dimenticato il caso del consorzio Gaia, che a titolo di risarcimento per un contratto firmato proprio dall'Ing. chiese all’Ente con due decreti ingiuntivi "soltanto" 2,800 milioni di euro che, grazie alla nostra difesa “attiva” non abbiamo dovuto pagare; strano che questo piccolissimo dettaglio l’Ing. non lo riporti.Forse è corto di memoria. Tutti gli incarichi sono stati dati sempre rispettando la norma; lei Ing. invece quale norma utilizza per i suoi incarichi? Riguardo ai dipendenti della Multiservizi rifarei la stessa cosa, dal momento che l'inserimento di quel personale era illegittimo perché non si trattava di affidamento di appalto ma di fornitura di mano d'opera, cosa vietata per legge, ma sembra che quando si parla di legge l’Ing. abbia difficoltà a capire…….. L’Ing., inoltre, dimentica i 131 lavoratori assunti nell'organico della Provincia; per la formazione dovrebbe informarsi meglio, dal momento che gli attuali debiti derivanoproprio dalla pessima gestione dei suoi compagni di Partito il PD...ed hanno un nome ed un cognome, se vuole posso ricordarglieli. Del resto, io, non sono mai stato chiamato in causa dalla Procura della Repubblica o dalla Corte dei Conti per "spese pazze". All'epoca della giunta Magliocca ero Parlamentare e Presidente della Provincia, quindi non potevo fare il facente funzione del Sindaco, ma quando ho potuto ho lavorato sodo. Caro Ing. per scopi personali non ho mai usato alcuna risorsa pubblica e soprattutto non ho mai abusato dei miei numerosi incarichi istituzionali; non sono titolare di uno studio tecnico. Attualmente il 50% delle pratiche presentate in Comune sono proprio dello studio dell’Ing. e se non erro l’Assessore all'Urbanistica ne è un collaboratore storico. Non ho mai promesso la luna e soprattutto non ho mai preso in giro la gente; i cittadini si sono fidati delle vostre parole ed ora si ritrovano in guai seri. Avete rassicurato le persone sulla "sistemazione" di determinate pratiche edilizie che invece gli uffici hanno bocciato, perché fuori dalla norma. Gente che si è vista costretta a chiudere esercizi commerciali o addirittura a vedersi recapitare un atto di demolizione della propria abitazione, dopo essere stato rassicurato proprio da voi, il Gatto e la Volpe. Quindi, chi ha usato la carica amministrativa solo ed esclusivamente per scopi personali non sono io; le mie attività professionali non hanno mai avuto a che fare con l'amministrazione pubblica, nemmeno con quella di Alatri. Caro Ing, posso garantirle che il danno che ha causato alla città è talmente ingente da non poter essere valutato economicamente: le casse in rosso, l'urbanistica ferma a 40 anni fa, le tariffe a domanda individuale al massimo, ma per il momento mi fermo qui, perché a breve ne vedremo delle belle. E noi saremmo quelli che hanno scarsa credibilità? Ma da che pulpito viene la predica? Come fa ad avere credibilità un Sindaco che vota per tre volte a favore degli aumenti delle tariffe idriche, senza contare che con il suo voto ha regalato ad Acea 200 milioni di euro....e potrei continuare dicendo che in campagna elettorale si è sempre schierato contro Acea! Chi può credere ad un primo cittadino che non ha rispettato nemmeno un punto del suo programma elettorale,che ha mandando il Comune verso il dissesto finanziario, e che se non lo ha dichiarato è solo per motivi elettorali; un primo cittadino che non è stato in grado di utilizzare nemmeno un finanziamento europeo, che ha aumentato le tasse a dismisura, che ha voluto l'installazione di due autovelox ed ha raddoppiato le entrate sulle violazioni stradali, tartassando i cittadini. L’ing. ha promesso la realizzazione di progetti in zone vincolate e le aperture di attività su fabbricati con destinazioni diverse, sulle quali sono invece arrivate, giustamente, ordinanze di chiusura! Ma che norma ha studiato? E questo dovrebbe essere un Sindaco credibile? Con quale coraggio si fa pagare i contributi dal Comune, dichiarando di non esercitare attività professionale quando, invece, va a lavoro ogni giorno? Come si fa ad esercitare l'attività di Sindaco soltanto nell'orario dell'aperitivo? Come si può essere credibili quando si nomina Assessore all'Urbanistica un collaboratore del proprio studio tecnico? Altro che credibile, l’Ing. per la vergogna dovrebbe solo ritirarsi e forse sarebbe l’unica volta che fa una bella figura…..ma…comunque vi sono rimasti meno di 90 giorni di amministrazione poi finalmente la cittadinanza vi manderà a casa.

Antonello Iannarilli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento