Alatri Alatri

Alatri, identificate 75 persone e controllati 60 mezzi

Continua l’attività di repressione dei reati messa in atto dalla Compagnia  Carabinieri di Alatri che, infatti,  nei giorni scorsi al fine di prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio e la persona, ha ulteriormente intensificato i...

Continua l'attività di repressione dei reati messa in atto dalla Compagnia Carabinieri di Alatri che, infatti, nei giorni scorsi al fine di prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio e la persona, ha ulteriormente intensificato i servizi su tutta la giurisdizione, in particolare nel territorio del comune di Veroli. Nel corso del servizio espletato nel predetto Comune sono stati conseguiti i seguenti risultati con l'impiego di 16 militari ed 8 automezzi,:

  1. a) persone identificate n. 75;
  2. b) automezzi controllati n. 60;

  3. c) contravvenzione elevate al C.d.S. n. 2;
  4. d) perquisizioni eseguite n. 2.

Durante il medesimo servizio i Carabinieri di Fiuggi, nella serata di ieri, traevano in arresto in ottemperanza all'ordinanza di carcerazione emessa dall'A.G. di Frosinone in data 08.02.2017 un 46enne del luogo, dovendo lo stesso espiare una pena di anni 2 (due) e mesi 2 (due) di reclusione per atti persecutori e violazione di domicilio aggravata da violenza sulle cose e/o persone, commessi nell'anno 2010 ai danni della ex convivente; VICO NEL LAZIO, UOMO "ALLOCO" INVITATO A DENUDARSI E POI RICATTATO DA OLTRE AMERICA in Vico nel Lazio, i militari della locale Stazione, a conclusione di attività info investigativa, deferivano in stato di libertà una 37enne di origini francesi residente in Costa d'Avorio, poiché resasi responsabile del reato di "estorsione". I militari accertavano che la donna, nel mese di gennaio 2017, durante una videochiamata avviata sul noto social network facebook con un 46enne del posto, invitava quest'ultimo a denudarsi e, al termine della conversazione, pretendeva una somma di danaro per evitare la pubblicazione delle foto da lei nel frattempo registrate. L'uomo, prima di rivolgersi alle Autorità per denunciare l'accaduto, versava la somma di euro 100,00 (cento) tramite il servizio western union skype. SANT'ELIA FIUMERAPICO, ARRESTATO 79 ENNE PER DETENZIONE ABUSIVA DI ARMI E BRACCONAGGIO in Sant'Elia Fiumerapido, i militari della Stazione di Picinisco, unitamente a quelli della locale Stazione, nel corso di predisposti servizi finalizzati al contrasto del fenomeno del bracconaggio, traevano in arresto per il reato di "detenzione abusiva di armi" un 79enne pensionato del luogo, già censito e noto per analoghi reati. Nel corso di una perquisizione domiciliare i militari rinvenivano n.13 baionette di varia lunghezza, nr.13 parti di armi lunghe da guerra, nr.24 munizioni per mitragliatore di vario calibro, nr.4 caricatori per mitragliatori, nr.3 caricatori per pistole mitragliatrici, una bomba a mano semi inerte, nr.1 pistola lanciarazzi, nr.15 proiettili per pistola mitragliatrice, nr.1 proiettile e nr.1 ogiva per proiettile da mortaio, nr.10 ogive per proiettile da mitragliatore, nr.11 fucili di vario calibro di cui uno munito di baionetta, privi di marca e matricola, il tutto risalente al secondo conflitto mondiale, nonché nr.6 cartucce a palla, non denunciate all'Autorità di P.S. (si allega foto di quanto sottoposto a sequestro). L'arrestato, ad espletate formalità di rito, veniva ristretto in regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione arresto per armi del 9.2.2017

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alatri, identificate 75 persone e controllati 60 mezzi

FrosinoneToday è in caricamento