Nord CiociariaToday

Alatri, inseguimento fino all’area disco poi arrestato un 34enne

Nell’ambito di una serie di servizi di controllo del territorio attuati dai Carabinieri del Comando Compagnia di Alatri, per la prevenzione e repressione di reati in genere ed in particolare di quelli contro i patrimonio, la scorsa notte i...

Nell’ambito di una serie di servizi di controllo del territorio attuati dai Carabinieri del Comando Compagnia di Alatri, per la prevenzione e repressione di reati in genere ed in particolare di quelli contro i patrimonio, la scorsa notte i militari dell’Aliquota Radiomobile traevano in arresto in flagranza di reato, un 34enne del luogo già censito per reati specifici, reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, poiché resosi responsabile di resistenza, violenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali.

Il predetto, mentre percorreva alla guida della propria autovettura alcune strade periferiche di quel centro, già oggetto di reati predatori, alla vista dei militari operanti, che gli avevano intimato “l’alt” per procedere ad un controllo, si dava a precipitosa fuga. Prontamente inseguito, il fuggitivo dopo aver percorso circa 15 Km a folle velocità, giunto all’altezza della discoteca “Area Disco” lungo la SR 6 Casilina” nel comune di Ferentino, terminava la propria corsa a causa di un guasto meccanico. Nel tentativo di proseguire la fuga a piedi, opponeva resistenza strattonando i militari operanti che nel frattempo lo avevano raggiunto e bloccato, procurandolo loro lesioni personali. L’arrestato a termine delle formalità di rito è stato trattenuto presso le camere di sicurezza di quel Comando a disposizione dell’A.G..

VEROLI, BECCATO UN 64EBNNE CON 100 EURO FALSE

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Veroli, a seguito di attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà per spendita ed introduzione nello stato Italiano di monete falsificate, un 64enne della provincia di Roma, già censito per reati contro il patrimonio e violazioni della normativa sull’ingresso degli stranieri. I militari operanti accertavano che predetto il giorno 8 novembre u.s., effettuava un pagamento con una banconota da 100 euro, palesemente contraffatta, presso un’area di servizio di quel Comune.

VICO NEL LAZIO, DENUNCIATO IMPRENDITORE EDILE PER ABBADONO DI RIFIUTI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A conclusione di attività info-investigativa, i Carabinieri della Stazione di Vico nel Lazio, deferivano in stato di libertà per abbandono di rifiuti, un 56enne imprenditore edile, il quale abbandonava in prossimità di una ex discarica bonificata materiale di scarto inerente la sua attività. L’area interessata è stata segnalata alle Autorità Comunale competente per ripristino dello stato dei luoghi e relativa bonifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, 147 nuovi casi in provincia di Frosinone. Positivo anche un dipendente comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento