Nord CiociariaToday

Alatri, la FP CGIL dice no ai tagli ed alla privatizzazione dei servizi sociali nel Comune

La Funzione Pubblica Cgil di Frosinone Latina esprime tutta la sua contrarietà per le posizioni assunte, durante l'incontro congiunto con la Cooperativa Altri Colori del 29 giugno scorso, dall'Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Alatri...

Comune dui Alatri

La Funzione Pubblica Cgil di Frosinone Latina esprime tutta la sua contrarietà per le posizioni assunte, durante l'incontro congiunto con la Cooperativa Altri Colori del 29 giugno scorso, dall'Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Alatri, dottor Fabio Di Fabio.

In tale incontro l'Amministrazione ha rassicurato la Cooperativa sul pagamento dei debiti pregressi ma non ha dato garanzie circa il futuro dei Servizi “Centro Diurno Emanuele Fanella” ed “Asilo Nido Comunale”, entrambi funzionanti con fondi comunali ad integrazione del contributo delle famiglie degli utenti.

Durante la discussione abbiamo chiesto più volte, all'Assessore, la disponibilità ad impegnarsi formalmente nel non tagliare ulteriormente questi due servizi. Purtroppo l'Assessore ha ammesso di non poter prendere nessun impegno, dando modo di pensare che all'orizzonte ci saranno, sicuramente, dei tagli consistenti dei contratti di appalto oggi in essere per tali servizi.

Dalle dichiarazioni rilasciate del Sindaco Morini, in un comunicato reperibile on line, traspare, addirittura, l'intenzione dell’Amministrazione di privatizzare l'Asilo Nido comunale ricorrendo ad “altre forme di gestione” che, tradotto, significherebbe l’affidamento in concessione del servizio a soggetti privati, passando così da un servizio erogato e controllato dal Comune tramite un appalto ad una gestione totalmente di tipo privatistico.

Riteniamo assurdo che il Comune di Alatri possa privatizzare un servizio di qualità come l’attuale Asilo Nido, incurante della prospettiva che si trasformi in una sorta di “Baby parking”, soprattutto oggi in cui si potrebbe aprire la possibilità di accedere a quei finanziamenti, regionali o statali, che potrebbero essere messi a disposizione dei Comuni per dare corso alla piena realizzazione del Servizio Scolastico integrato 0-6 anni. Allo stesso modo riteniamo assurdo che si possano ipotizzare tagli, in quantità o in qualità, al servizio dato agli utenti del Centro Diurno Emanuele Fanella.

Come FP Cgil siamo contrari a qualsiasi forma di privatizzazione selvaggia dei servizi pubblici, a maggior ragione quando si tratta di servizi alla persona. Riteniamo il riequilibrio di bilancio debba essere effettuato individuando e riducendo, prioritariamente, quelle spese necessarie solo alla politica e non tagliando, o svendendo, quei servizi sociali pubblici essenziali per garantire una qualità della vita accettabile a diverse decine di famiglie.

Auspichiamo che all’Amministrazione del Comune di Alatri non sfugga la nostra formale richiesta di apertura di un tavolo di contrattazione sociale evitando di procedere in scelte che, se dovessero confermare quanto preannunciato, ci vedrebbero in piazza accanto agli utenti ed alle loro famiglie oltre che alle lavoratrici ed ai lavoratori coinvolti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento