rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Alatri Alatri

Alatri, situazione assurda all’ospedale; si respingono i donatori di sangue. 12 persone sono state mandate a casa

L’Italia in generale, il Lazio, ma soprattutto la Ciociaria ha bisogno di sangue e ad Alatri si respingono i donatori, nonostante i locali a disposizione.

L’Italia in generale, il Lazio, ma soprattutto la Ciociaria ha bisogno di sangue e ad Alatri si respingono i donatori, nonostante i locali a disposizione.

E’ veramente assurdo quando accaduto il lunedì mattina dinnanzi al San benedetto di Alatri, dove per donare il sangue, la gente si mette in fila anche disagiati perché si siedono sulle panchine sotto il sole, arrivano le 11 e l’automoteca inviata dalla Regione Lazio chiude i battenti respingendo la gente al mittente affermanfo che dopo le ore 11 il sangue non sarebbe più buono per la bisogna.

Lunedì 25 Luglio sono state rinviate a casa ben 12 persone. Ma è una storia che si ripete tutti i lunedì con l'arrivo dell'autoemoteca. Esasperata la presidente dell’AVIS di Alatri la dott.ssa Vanda Cecchinelli la quale non sa più a chi rivolgersi per trovare una soluzione che ci sarebbe, come affermato dal Dott. Roberto Sarra della direzione sanitaria del nosocomio alatrense: “Abbiamo enormi locali dove poter far svolgere la donazione di Sangue, ma manca l’autorizzazione di Zingaretti, che proprio non ne vuol sapere di nulla”. Anzi, aggiungiamo noi, Zingaretti ha accorpato tutto a Roma e così la gente che vuole donare dalla provincia, se proprio lo vuole fare deve andare a Roma. E’ questa la buona politica della Regione Lazio? E’ semplicemente un'assurdità politica inusitata e non rendersi conto che la struttura di Alatri, non ha bisogno di altri medici, ma bastano quelli che ci sono per accontentare i donatori che generosamente, nell’ascoltare gli appelli televisivi vorrebero mettersi a disposizione.

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alatri, situazione assurda all’ospedale; si respingono i donatori di sangue. 12 persone sono state mandate a casa

FrosinoneToday è in caricamento