Nord CiociariaToday

Alatri, vita indipendente ed inclusione sociale delle persone con disabilità

Il Comune di Alatri, in qualità di capofila del Distretto socio-assistenziale “A”, ha ottenuto un finanziamento da parte della Regione Lazio e Ministero del Lavoro e Politiche Sociali per un progetto destinato a persone diversamente abili. Il...

Il Comune di Alatri, in qualità di capofila del Distretto socio-assistenziale “A”, ha ottenuto un finanziamento da parte della Regione Lazio e Ministero del Lavoro e Politiche Sociali per un progetto destinato a persone diversamente abili. Il progetto approvato è denominato “Vita Indipendente ed inclusione sociale delle persone con disabilità” prevede interventi e servizi per un ammontare complessivo di € 100.000,00.

Tale progetto amplia il tradizionale concetto di aiuto, individuando principi innovativi volti a favorire la partecipazione ed il coinvolgimento delle persone disabili nelle scelte quotidiane; il disabile diventa parte attiva nelle decisioni che lo riguardano sia in ambito personale che nel contesto sociale.

Nella stesura dei progetti personalizzati, che individuano modalità di servizi ed interventi adeguati alle necessità ed ai bisogni della persona, occorrerà assicurare il coinvolgimento del disabile, tenendo conto delle sue necessità, attitudini, desideri e aspettative con l’opportunità di verificarne, nel tempo, il suo livello di soddisfazione. Sentirsi partecipe facilita e rafforza il processo di inserimento e di integrazione della persona nella comunità.

Nel Progetto “Vita Indipendente” viene prevista la figura dell’Assistente Personale attivamente coinvolto, insieme ai familiari, nella gestione delle necessità quotidiane con obiettivi finalizzati alla indipendenza della persona diversamente abile. Inoltre, il progetto prevede: un aiuto economico, mediante il pagamento di canoni di locazione e/o di utenze con lo scopo di offrire condizioni di maggiore autonomia; il trasporto presso servizi socio sanitari per le persone residenti in zone montane o scarsamente servite dai mezzi pubblici; la fornitura di strumenti sanitari a domicilio per garantire la sicurezza in ambito domestico; corsi di formazione, finalizzati alla acquisizione di abilità e competenze, utilizzati sia dal disabile che dalle persone a lui vicine, che possano stimolare condizioni di vita indipendente; soggiorni estivi in località marine che assicurino momenti ricreativi di gruppo e di sviluppo della autonomia personale.

Questa Amministrazione si augura che a iniziative di così grande importanza, con finalità innovative rispetto al passato, venga prestato costante attenzione da parte di tutti, affinché tali modalità di sostegno possano diventare durature nel tempo e che la partecipazione ed il coinvolgimento di tutte le istituzioni interessate possano allargare l’accesso a maggiori opportunità e risorse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento