Nord CiociariaToday

Anagni, arrestate quattro persone campane per furto aggravato avevano caricato 15 quintali di rame

Anagni, i  carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia CC di Anagni, nell’ambito di specifica attività info-investigativa (attuata anche con idonei servizi di osservazione,

Anagni, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia CC di Anagni, nell’ambito di specifica attività info-investigativa (attuata anche con idonei servizi di osservazione, controllo e pedinamento), tesa a contrastare il “fenomeno dei furti di rame”, traevano in arresto un 39enne, un 33enne, un 31enne ed un 28enne, tutti di nazionalità rumena e provenienti dall’hinterland campano, poiché resisi responsabili , in concorso tra loro, del “furto aggravato” di un’ingente quantitativo del “prezioso oro rosso”, dall’interno di una fabbrica dismessa.

L’attività investigativa protrattasi per tutta la notte, permetteva ai militari operanti, una volta eseguita l’irruzione all’interno della fabbrica, di sorprendere 3 degli arrestati, mentre asportavano dei cavi in rame di svariate sezioni. I 3 malfattori, scoperti, cercavano di assicurarsi la fuga raggiungendo alcuni campi circostanti ma, dopo un breve inseguimento, venivano bloccati unitamente il 4° complice, anch’esso tratto in arresto, che li attendeva a bordo di un furgone, all’interno del quale avevano già caricato altri cavi di rame.

Il “rame” recuperato, pari a 15 quintali, avrebbe fruttato alla banda oltre 13.000,00 euro. Nel medesimo contesto venivano sequestrati anche arnesi atti allo scasso . Espletate formalità di rito, gli arrestati sono stati trattenuti presso le Camere di sicurezza del predetto Comando Compagnia, in attesa dell’udienza per il rito direttissimo.

FERENTINO, ARRESTATO UN UOMO PER MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA

Ferentino, i militari della locale Stazione, traevano in arresto e sottoposto al regime degli arresti domiciliari, come disposto dall’A.G. mandante, un40enne del luogo, in esecuzione dell’Ordine di Carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza - Tribunale di Frosinone, scaturito dalle segnalazioni redatte dal personale operante per violazioni commesse dall’arrestato in merito alle norme impostegli dalla predetta A.G. (non avvicinamento alla famiglia) per i precedenti reati commessi di” maltrattamenti in famiglia continuati, lesioni personali e danneggiamento”.

FROSINONE, PRESSANTI I CONTROLLI SUL TERRITORIO DA PARTE DEL COMANDO COMPAGNIA

Continuano incessanti le attività preventive predisposte dal Comando Compagnia di Frosinone, tese a garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini, mediante l’attuazione di idonei servizi per il contrasto ai reati predatori, al consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti nonché al fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica. L’altra notte, infatti, i militari del N.O.R.M. e della Stazione CC di Frosinone Scalo, nell’ambito della predetta attività, riuscivano a conseguire i sottonotati risultati:

a)di deferire in stato di libertà:

· un 22enne di Sora poiché resosi responsabile della “guida in stato d’ebbrezza alcolica” poiché, controllato alla guida della propria autovettura e, sottoposto ad accertamento etilometrico, risultava avere un tasso alcolemico superiore ai valori consentiti dalla normativa vigente.

· una 22enne romena, poiché resasi responsabile dell’ inosservanza del Foglio di Via Obbligatorio a cui era sottoposta, con divieto di ritorno nel comune di Frosinone.

b) di segnalare, alla Prefettura di Frosinone, poichè resisi responsabili di detenzione di sostanza stupefacente per uso personale:

· un 25 enne di Ceccano trovato in possesso di 3.4 gr di hashish;

· un 27 enne di Frosinone trovato in possesso di 0.2 gr di cocaina;

· un 39 enne di Afragola (NA) trovato in possesso di 0.2 gr di cocaina;

· un 21 enne di Frosinone trovato in possesso di 0.2 gr di cocaina;

· un 27enne romeno trovato in possesso di 0.2 gr di cocaina;

· un 22 enne e un 20enne trovati in possesso di 3.7 gr di hashish e nr. 6 grinder.

VEROLI, ALLONTANATO UN BOSNIACO CON FARE SOSPETTO

Veroli, i militari della locale Stazione, compagnia di Alatri, nell’ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, finalizzato a contrastare la commissione dei reati predatori intercettavano un 51enne di nazionalità bosniaca mentre, con fare sospetto e senza giustificato motivo, si aggirava nei pressi di isolate abitazioni. Nei confronti del predetto, ricorrendone i presupposti di legge, veniva a inoltrata la proposta per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Veroli per anni tre.

ISOLA LIRI, ALLONTANATO UN CITTADINO DI ISERNIA

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Isola Del Liri , i militari della locale Stazione, Compagnia di Sora, nell’ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, finalizzato a contrastare la commissione dei reati predatori, intercettavano un 51enne residente nella provincia di Isernia mentre, con fare sospetto e senza giustificato motivo, si aggirava nei pressi di obiettivi sensibili siti nel predetto centro. Nei confronti del predetto, ricorrendone i presupposti di legge, veniva a inoltrata la proposta per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Isola Del Liri per anni tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento