rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Alatri Cassino

Cassino, ambulanza viaggiava senza assicurazione e senza autista abilitato proveniente da Genzano

l’equipaggio dell’Aliquota Radiomobile di Cassino, durante un controllo alla circolazione stradale, notava transitare un’ambulanza priva di scritte identificative circa l’appartenenza ad enti pubblici o società private. Insospettitisi di tali...

l’equipaggio dell’Aliquota Radiomobile di Cassino, durante un controllo alla circolazione stradale, notava transitare un’ambulanza priva di scritte identificative circa l’appartenenza ad enti pubblici o società private. Insospettitisi di tali anomalie, gli operanti procedevano al controllo della targa per via telematica verificando la mancanza della copertura assicurativa; pertanto, decidevano di fermare il veicolo per controlli più accurati. Dopo aver accertato effettivamente la mancata assicurazione, poiché a bordo vi era una paziente che stava per essere trasportata a Roma per accertamenti non urgenti, al fine di garantire l’incolumità della stessa, il personale operante richiedeva l’intervento dell’ambulanza del 118. Nel contempo, gli ulteriori accertamenti consentivano di verificare che il conducente era sprovvisto della patente idonea per condurre detto veicolo. Si accertava, altresì, che il veicolo, di proprietà di una società del sud pontino, proveniva da Genzano di Roma ed era diretto presso un ospedale della capitale su richiesta dei familiari della trasportata. La stessa, non versando in condizioni critiche di salute, richiedeva l’intervento di altra ambulanza privata sulla quale veniva trasferita tempestivamente.

Al conducente pertanto venivano contestate le sottonotate violazione al C.d.S.:

-mancanza di copertura assicurativa;

-guida con patente diversa, in quanto necessitava di certificato di abilitazione professionale “K”;

-mancanza a bordo della carta di circolazione;

-noleggio, con conducente, di veicolo non adibito a tale uso.

CASSINO, VANNO PER SEDARE UNA RISSA E SCOPRONO DROGA

È incessante l’attività posta in essere dal Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, al fine di prevenire e reprimere i reati in materia di sostanze stupefacenti nel circondario della “ Città Martire”.

I militari del dipendente del NORM, traevano in arresto nella flagranza del reato di “Detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio” un 20enne cittadino senegalese e residente in Cassino.

Compagnia Cassino 23 ottobre 2015

Gli operanti, intervenuti presso un abitazione del centro di Cassino ove era stata segnalata una lite in corso tra giovani extracomunitari, venivano insospettiti dall’atteggiamento particolarmente irrequieto di uno degli occupanti della casa, affittata da una cooperativa sociale, procedevano, pertanto, al controllo di un cittadino del Senegal. Dalla conseguente perquisizione personale venano rinvenuti occultati all’interno di un calzino indossato dal senegalese, nr.5 involucri di carta argentata contenenti circa gr.3 di sostanza stupefacente del tipo “hashish”. Subito si procedeva a perquisire l’intera abitazione e all’interno di un cassettone della stanza occupata dal giovane extra-comunitario, venivano rinvenuti ulteriori nr.2 involucri di cellophane contenete gr.4 circa di stupefacente del tipo “marijuana”, vari strumenti atti al confezionamento e taglio dello stupefacente nonché la somma contante di euro circa 100,00, in piccolo taglio banconote da 10.00-20.00 euro, quale provento dello spaccio, che veniva tutto sottoposto a sequestro. A questo punto, i coinquilini del giovane senegalese, rassicurati dall’intervento dei Carabinieri, riferivano di essere arrivati alla lite proprio perché non accettavano l’attività illegale di spaccio messa in essere dal loro connazionale da un pò di tempo a questa parte. Pertanto, il giovane veniva portato in caserma ove, dopo le formalità di rito, veniva dichiarato in arresto e associato presso la casa Circondariale di Cassino.

ALATRI, GIOVANE SEGNALATO ALLA PREFETTURA

Alatri, personale del N.O.R.M. - Aliquota Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri, nell’ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, teso a contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti, segnalavano, alla Prefettura di Frosinone, un giovane del luogo poiché resosi responsabile della violazione di "detenzione illecita di sostanze stupefacenti per uso personale” Lo stesso, a seguito di specifico controllo, veniva trovato in possesso di grammi 0,5 di sostanza stupefacente del tipo “hashish” che, contestualmente, veniva sottoposta a sequestro.

BOVILLE ERNICA, ALLONTANATO PER TRE ANNI UN NAPOLETANO

Boville Ernica, personale della locale Stazione Carabinieri, nell’ ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, controllavano ed identificavano un 41enne, residente in Campania, sorpreso mentre, con fare sospetto e senza giustificato motivo, si aggirava in prossimità di obiettivi sensibili siti nel predetto comune. Nei confronti dello stesso, ricorrendone i presupposti di legge, veniva inoltrata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel Comune di Boville Ernica per anni tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, ambulanza viaggiava senza assicurazione e senza autista abilitato proveniente da Genzano

FrosinoneToday è in caricamento