Alatri Sora

Frosinone investe due persone e spaventato fugge a casa. Ritirata la patente e denunciato

In Frosinone, i militari del NORM della Compagnia di Frosinone, a conclusione di una celere e specifica  attività d’indagine, deferivano in stato di libertà,  alla competente Autorità Giudiziaria,

In Frosinone, i militari del NORM della Compagnia di Frosinone, a conclusione di una celere e specifica attività d'indagine, deferivano in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, un 29enne residente in questo capoluogo, poiché resosi responsabile del reato di "violazione dell'obbligo di comportamento in caso d'incidente".

L'uomo, nella serata di ieri 25 ottobre u.s., alla guida di un'autovettura, di proprietà del padre, dopo essersi fermato ad un attraversamento pedonale di questa via Valle Fiorita, per permettere l'attraversamento di una mamma ed al suo bambino di 6 anni, ripartiva urtando i due pedoni.

Il conducente che dopo l'incidente, non si è fermato e non ha prestato i dovuti soccorsi, è stato poi rintracciato dai militari operanti presso l'abitazione paterna in stato di "shock".

La mamma ed il bambino trasportati presso il locale nosocomio , venivano successivamente dimessi rispettivamente con una prognosi di gg 7 (sette) s.c. per "contusione ginocchio dx e gomito sx" e gg 10 (dieci) s.c. per "contusione regione dorsale e ginocchio dx". Al conducente è stata altresì ritirata la patente

ANAGNI, CITTADINO DI ROCCA DI PAPA FERMATO PER GUIDA SENZA PATETE.

I carabinieri del N.O.R.M. -Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni, nell'ambito di un servizio per il controllo del territorio, finalizzato a prevenire la commissione dei reati in genere, deferivano in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone un 50enne, residente a Rocca di Papa, poiché resosi responsabile dei reati di " guida senza patente - rifiuto di sottoporsi all'accertamento sull'uso di sostanze stupefacenti nonché del porto abusivo di oggetti atti ad offendere"

Lo stesso, durante un controllo alla circolazione stradale veniva sorpreso alla guida senza la prescritta abilitazione, poiché revocata e, dopo essersi rifiutato di sottoporsi al test che permette di stabilire l'eventuale uso di sostanze stupefacenti, veniva sottoposto a perquisizione e trovato in possesso di un coltello di tipo proibito.

Gli stessi miltari, nell'ambito di mirati servizi di vigilanza del territorio finalizzati alla prevenzione dei reati predatori, ricorrendone i presupposti di Legge, avanzavano proposta di applicazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio nei confronti di due persone residenti nell'hinterland napoletano poiché intercettate mentre si aggiravano, senza giustificato motivo e con fare sospetto, in una località periferica del Comune di Anagni, già colpita da furti

Invece, i militari della locale Stazione, traevano in arresto un 55enne residente nella "Città dei Papi", in esecuzione dell' ordinanza di carcerazione emessa dal Tribunale di Genova, dovendo scontare una pena ad anni 11 e mesi 2 di reclusione per i commessi reati di "spendita di monete false e traffico di stupefacenti."

FERENTINO ARRESTATI DUE GIOVANI DI ALATRI PER FURTO

I Carabinieri della locale Stazione di Ferentino, Compagnia di Anagni, nell'ambito di mirati servizi di controllo del territorio, finalizzati a contrastare la commissione dei reati predatori, traevano in arresto, due giovani residenti ad Alatri poiché resisi responsabili, in concorso tra loro, del reato di "furto aggravato".

I predetti venivano sorpresi dai militari operanti, subito dopo essersi appropriati di una vasca in ferro di particolare fattura (del peso di circa 350 Kg), ubicata all'interno di un fondo agricolo sito in località Monte Radicino.

La refurtiva, del valore di Euro 500,00 circa, veniva restituita all'avente diritto mentre, l'autoveicolo utilizzato per la commissione del reato veniva sottoposto sotto il vincolo del sequestro.

VEROLI, ALLONTANATO UN ROMENO CON FOGLIO DI VIA

I Carabinieri del N.O.R.M.- Aliquota Radiomobile della Compagnia di Alatri, nell'ambito di un servizio per il controllo del territorio, finalizzato a contrastare la commissione dei reati, intercettavano e controllavano un 24enne di nazionalità rumena e residente nella provincia di Roma, mentre si aggirava, senza giustificato motivo e con fare sospetto, nei pressi di isolate abitazioni . Nei confronti dello stesso, ricorrendone i presupposti di legge, veniva inoltrata la proposta per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Veroli (FR) per anni tre.

BROCCOSTELLA DENUNCIATO UN ARZILLO VECCHIETTO PER ATTI OSCENI

Broccostella, i militari del N.O.R.M-Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sora, nell'ambito di un servizio per il controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione dei reati in genere, deferiva in stato di libertà, alla competente A.G., un 79enne, residente nel sorano, poiché resosi responsabile del reato di " atti osceni in luogo pubblico". Lo stesso, veniva sorpreso dai militari operanti mentre era all'interno di una cabina telefonica pubblica "Telecom" e, quindi, visibile ai passanti, con pantaloni e slip abbassati.

ISOLA LIRI, BEN DUE SORANO VIOLANO IL DIVETO DI RITORNO IN PAESE.DENUNCIATI

Isola del Liri, i militari della locale Stazione, compagnia di sono nell'ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione dei reati in genere, deferiva in stato di libertà, alla competente A.G., due 23enni, residenti a Sora poiché, controllati nei pressi di attività commerciali, risultavano" non ottemperanti al divieto di far ritorno nel Comune di Isola Del Liri per anni tre".

CASSINO, ARRESTATI DUE NAPOLETANI PER RAPINA IMPROPRIA

I Carabinieri del N.O.R.M. - Aliquota Radiomobile, nell'ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, traevano in arresto, due 45enni residenti nell'Hinterland partenopeo, poiché resisi responsabili in concorso tra loro del reato di "rapina impropria".

I predetti, venivano sorpresi dalla vittima, un 48enne di Broccostella, subito dopo aver asportato dal suo Fiat Ducato, parcheggiato in una via del centro di Sora, attrezzature da cantiere, consistenti in " due avvitatori elettrici ed un tassellatore elettrico". Gli stessi, al fine di assicurarsi la fuga, minacciavano il denunciante con tono aggressivo e alterato e, subito dopo, si davano a precipitosa fuga a bordo di un'autovettura che veniva intercettata e bloccata dai militari operanti sulla SR 509 superstrada Cassino - Sora.

La refurtiva, per un valore di ? 1.000,00 circa, veniva interamente recuperata e restituita, nel medesimo contesto operativo, all'avente diritto mentre, gli arrestati, dopo le formalità di rito sono stati associati presso la Casa Circondariale di Cassino, a disposizione della competente A.G..

ATINA, GUIDAVA UBRICA RITIRATO DOCUMENTO DI CIRCOLAZIONE

i militari della locale Stazione, nell'ambito di un servizio per il controllo del territorio, deferivano in stato di libertà, alla competente A.G., un 49enne del luogo poiché resosi responsabile del reato di "guida in stato di ebbrezza alcoolica"

Il predetto, controllato alla guida della propria autovettura e, sottoposto ad accertamento mediante l'utilizzo di apparecchiatura etilometrica, risultava avere un tasso alcolemico superiore a valori consentiti dalla normativa vigente

Nel medesimo contesto, inoltre, gli veniva ritirato il documento di guida mentre, il veicolo, veniva sottoposto sotto il vincolo del sequestro amministrativo.

SANT'ANDREA SUL GARIGLIANO, ALLONTANATI DUE RUMANI CHE ARMNEGGIAVANO VICINO AD UN SUPERMERCATO

In Sant'Andrea del Garigliano carabinieri della Stazione di Sant'Apollinare, nel corso di predisposti servizi per di controllo del territorio, finalizzati a prevenire la commissione dei reati predatori, intercettavano e controllavano un 24enne ed una 25enne, entrambi di nazionalità rumena ma domiciliati rispettivamente a Mondragone e Roma mentre, con fare sospetto e senza giustificato motivo, si aggiravano nei pressi di attività commerciali di quel centro.

Ricorrendo i presupposti di legge, nei confronti dei predetti, sono state inoltrate le proposte per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O., con divieto di far ritorno nel predetto Comune per anni tre

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone investe due persone e spaventato fugge a casa. Ritirata la patente e denunciato

FrosinoneToday è in caricamento