rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Alatri

Frosinone, multiservizi: a settembre avvio newco impegno preso da tutti attori del tavolo, compreso comune capoluogo

La nuova Multiservizi si farà. E' questo il risultato raggiunto dal Tavolo Regionale coordinato dall'Assessorato al Lavoro della Regione Lazio che, dopo due anni di lavoro, può finalmente dirsi chiuso in maniera positiva.

La nuova Multiservizi si farà. E' questo il risultato raggiunto dal Tavolo Regionale coordinato dall'Assessorato al Lavoro della Regione Lazio che, dopo due anni di lavoro, può finalmente dirsi chiuso in maniera positiva. Anche il Comune di Frosinone, come dichiarato al tavolo dall’assessore Trina, ha accetto di creare entro settembre una Newco con il Comune di Alatri. Società che vedrà presto anche la partecipazione della Provincia di Frosinone, per il momento in attesa dell’affidamento delle deleghe dopo la Riforma Del Rio.

Quella di oggi, se dalle dichiarazioni si passerà ai fatti, potrebbe essere la giornata che scrive la parola fine allavicenda Multiservizi. Un caso che vede decine di lavoratori presidiare sotto una tenda gli uffici del Comune di Frosinone da oltre 400 giorni. Grazie alla perseveranza della Regione di tenere costantemente aperto il tavolo delle trattative, è stato definito un cronoprogramma preciso.

Nei prossimi giorni i comuni di Alatri e Frosinone firmeranno un accordo di programma che fisserà quali servizi e quali fondi verranno destinati alla nuova Multiservizi. Entro settembre, dopo l’approvazione dei bilanci comunali, si avvierà la nuova società, aprendo la discussione in tema di esuberi anche ai sindacati.

Il ruolo della Regione sarà quello di gestire gli eventuali esuberi, con l’individuazione di ammortizzatori sociali o percorsi di ricollocazione per quei lavoratori che non potranno essere riassorbiti dalla nuova società. Sul fronte del Consiglio Regionale, resta l'impegno ad approvare entro pochi mesi la legge sulla Riforma Del Rio, in modo da dare in tempi brevi la possibilità anche alla Provincia di entrare nella Newco.

Finalmente, dopo 400 giorni di estenuante attesa per i lavoratori, iniziamo a vedere una chiara presa di responsabilità da parte di tutti gli attori coinvolti nella vicenda, a partire dal Comune di Frosinone. Sul caso Multiservizi la posizione della Regione tramite l'assessore al Lavoro Lucia Valente è sempre stata chiara: rimane l’impegno a stanziare 6 milioni di euro (2 milioni per tre anni) e a prendersi carico degli esuberi.

La filiera istituzionale non è mai mancata, e sono felice che finalmente anche il Comune di Frosinone abbia compreso la necessità di chiudere al meglio la vicenda. Non è il momento di festeggiare, né di rivangare ciò che poteva essere fatto negli anni precedenti e non è stato fatto. Adesso la priorità è rispettare il crono programma deciso al tavolo regionale, ridare dignità ai tanti lavoratori che da oltre un anno aspettano una risposta e soprattutto far funzionare al meglio i servizi che verranno affidanti alla nuova Multiservizi. Non potranno, infatti, essere commessi gli stessi errori del passato. Un pensiero particolare va a tutti i lavoratori della Multiservizi, che grazie alla loro tenacia hanno tenuto alta l'attenzione delle Istituzioni. - Così Daniela Bianchi, consigliera regionale del Lazio del gruppo "PD" in merito al tavolo regionale sulla Multiservizi Frosinone tenutosi stamattina.

BUSCHINI SULLA MULTISERVIZI: “IMPORTANTI PASSI IN AVANTI, ORA FROSINONE MANTENGA L’IMPEGNO PRESO”

“Dal tavolo odierno alla Regione Lazio sulla Multiservizi, emergono importanti passi in avanti per la creazione di una nuova società grazie anche all’assessorato al lavoro di Lucia Valente e alla determinazione del Comune di Alatri: questa è sicuramente una notizia importante per i lavoratori che da troppo tempo, ormai, subiscono disagi a causa dell’impasse che si è creato sulla Multiservizi”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale e Presidente della Commissione Bilancio Mauro Buschini sulla questione Multiservizi.

“L’amministrazione regionale – spiega Buschini - si è impegnata, dopo l'approvazione della legge sul riordino delle deleghe, a mettere a disposizione risorse da trasferire alla Provincia di Frosinone per far sì che, anche se in un secondo momento, nella nuova società entri anche l'amministrazione provinciale. Auspico che il Comune di Frosinone mantenga fede all’impegno odierno assunto nel tavolo regionale per una definizione a breve della situazione, in difesa del sacrosanto diritto del lavoro delle maestranze della Multiservizi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, multiservizi: a settembre avvio newco impegno preso da tutti attori del tavolo, compreso comune capoluogo

FrosinoneToday è in caricamento