Sabato, 16 Ottobre 2021
Alatri Sora

Paliano, arrestati ladri di rame mentre rubavano all’interno di una fabbrica dismessa

Ancora una bella operazione in combinata tra i Carabinieri  della Stazione di Paliano, unitamente a quelli del NORM della Compagnia di Anagni, che nell’ambito di predisposti servizi per il controllo del territorio,

Ancora una bella operazione in combinata tra i Carabinieri della Stazione di Paliano, unitamente a quelli del NORM della Compagnia di Anagni, che nell'ambito di predisposti servizi per il controllo del territorio,

traevano in arresto per "furto aggravato in concorso" due cittadini di nazionalità romena residenti in Roma. I ladri venivano sorpresi dai militari operanti mentre erano intenti ad asportare dall'interno di una locale fabbrica dismessa una copiosa quantità di materiale in rame.

Nella circostanza venivano altresì trovati in possesso di vari arnesi atti allo scasso, sottoposti a sequestro. La refurtiva, interamente recuperata, veniva restituita agli aventi diritto.

COMPAGNIA DI ALATRI

I carabinieri del NORM della compagnia di Alatri, deferivano in stato di libertà un 38enne del luogo poiché resosi responsabile del reato di "fuga e omissione di soccorso".

Lo stesso, nel pomeriggio di ieri, in Frosinone, dopo aver provocato un sinistro stradale nel quale rimanevano ferite delle persone, anziché fermarsi per prestare soccorso, si dava a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce. I militari operanti, anche grazie ad alcuni automobilisti in transito che avevano annotato il numero di targa del mezzo, riuscivano ad identificarlo e rintracciarlo presso la propria abitazione.

Decorsa notte, in Alatri, i militari della locale Stazione, nel corso di un predisposto servizio per il controllo del territorio, controllavano e identificavano numerose persone provenienti anche dai paesi limitrofi. Nei confronti di due di esse, ricorrendone i presupposti di legge, veniva avanzata la proposta per l'irrogazione del F.V.O. con divieto di ritorno in quel comune per anni tre.

COMPAGNIA DI CASSINO

I carabinieri del NORM della locale Compagnia di Cassino, traevano in arresto per i reati di "resistenza, violenza e minacce a P.U., danneggiamento di cose di pubblica utilità, interruzione di pubblico servizio e atti osceni in luogo pubblico" un 44enne di Cervaro, già censito. L'uomo soccorso da personale del 118 in Cervaro poiché in stato di ebbrezza, dapprima aggrediva il personale paramedico, successivamente danneggiava le attrezzature poste all'interno dell'ambulanza e, in seguito, si scagliava contro il personale dell'Arma intervenuto sul posto.

Giunto presso il nosocomio di Cassino, lo stesso perseverava con il suo atteggiamento aggressivo sia contro i carabinieri che contro il personale medico, denudandosi alla presenza di alcuni degenti in attesa di cure.

Dopo una breve colluttazione con il personale dell'Arma, veniva bloccato e tratto in arresto.

L'arrestato, ad espletate formalità di rito, veniva posto a disposizione dell'A.G., in attesa del rito direttissimo.

Invece i militari della locale Stazione, traevano in arresto un 51enne del luogo, già censito, nei confronti del quale la Procura della Repubblica presso il tribunale di Cassino - Ufficio Esecuzioni Penali, emetteva l'ordine di esecuzione pena detentiva dovendo espiare anni 1, mesi 5v e gg. 25 in regime di detenzione domiciliare per "usura ed estorsione".

COMPAGNIA DI FROSINONE

A Ripi e Ceccano, i carabinieri delle locali Stazioni, durante un servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di stupefacenti e alla guida sotto l'effetto di sostanze alcoliche e psicotrope:

- deferivano in stato di libertà un 29enne di Ceccano poiché trovato in possesso di gr. 215 di "marijuana", due grinder e due bilancini di precisione;

- segnalavano alla Prefettura di Frosinone, ai sensi dell'art. 75 del DPR 309/90, due giovani di Ceccano poiché trovati in possesso di gr.1,5 di marijuana e due grinder.

Nel pomeriggio di ieri, i militari del NORM della Compagnia di Frosinone, nel corso di predisposti servizi per il controllo del territorio, traevano in arresto nella flagranza di reato un 57enne frusinate per il reato di "evasione". L'arrestato, violando la misura cautelare degli arresti domiciliari cui era sottoposto, veniva sorpreso dai militari operanti mentre era lontano dalla propria abitazione.

Gli stessi militari, in diverse occasioni:

- deferivano in stato di libertà un 41enne di Alatri, un 42enne di Ripi e un 33enne di Frosinone, tutti sorpresi alla guida dei propri autoveicoli con un tasso alcolemico superiore al limite consentito;

- segnalavano alla Prefettura di Frosinone, quali assuntori di stupefacenti, un 40enne del capoluogo poiché trovato in possesso di gr. 0,30 di "cocaina".

A Frosinone, i militari della Stazione capoluogo, in esecuzione di ordine di custodia cautelare emesso in data odierna dal G.I.P. di Frosinone, traevano in arresto un 38enne del luogo, già censito. L'Autorità mandante, condividendo a pieno il quadro probatorio sviluppato a seguito di complessa attività investigativa, emetteva il provvedimento in argomento ritenendo l'arrestato quale autore di due distinte rapine, non denunciate nell'immediatezza, perpetrate in Frosinone il 26 dicembre 2013 e il 17 gennaio 2014. In particolare, nella tarda serata del 26.12.2013, l'uomo dopo aver avvicinato due giovani di Alatri e averli convinti a farsi dare un passaggio, sotto la minaccia di un'arma li costringeva a consegnargli denaro contante per Euro 50,00. Il 17.01.2014, con le stesse modalità perpetrava una rapina in danno di altro giovane del capoluogo riuscendo ad estorcergli la somma di 40,00 Euro. L'arrestato, ad espletate formalità di rito, come disposto dall'A.G. mandante, veniva posto agli arresti domiciliari.

COMPAGNIA DI PONTECORVO

A Pontecorvo, i militari della Stazione di Aquino, deferivano in stato di libertà due giovani, uno del luogo ed uno di Esperia, poiché ritenuti responsabili del reato di "ricettazione in concorso". I prevenuti, a bordo di un'autovettura, provento di furto perpetrato lo scorso 10 marzo in Esperia, giunti in Pontecorvo per cause in corso di accertamento, perdevano il controllo del veicolo andando a collidere contro un albero di alto fusto. Soccorsi dai militari operanti e personale del 118, venivano trasportati presso l'ospedale Umberto I° di Roma ove si trovano ricoverati in prognosi riservata per le ferite riportate.

COMPAGNIA DI SORA

Ad Isola del Liri, i carabinieri della locale Stazione, deferivano in stato di libertà per "furto" una 31enne residente in Provincia poiché sottraeva al datore di lavoro, denaro contante e preziosi custoditi all'interno del magazzino dell'attività commerciale. Successivamente rivendeva i preziosi a vari compro oro della zona, ricavando la somma di circa 10.000 Euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paliano, arrestati ladri di rame mentre rubavano all’interno di una fabbrica dismessa

FrosinoneToday è in caricamento