menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, Abbruzzese (fi): tavolo tecnico per progetto collegamento trasversale Tirreno-Adriatico. Sanità: situazione Frosinone non più sostenibile

Ho scritto, insieme al collega Giuseppe Simeoni, una comunicazione al presidente del COSILAM, Raffaele Trequattrini, al Presidente del Consorzio Industriale Sud Pontino, Salvatore Forte ed al Rettore dell’Università del Lazio Meridionale, Prof...

Ho scritto, insieme al collega Giuseppe Simeoni, una comunicazione al presidente del COSILAM, Raffaele Trequattrini, al Presidente del Consorzio Industriale Sud Pontino, Salvatore Forte ed al Rettore dell'Università del Lazio Meridionale, Prof. Ciro Attaianese per informare che nel Documento di Economia e Finanza Regionale 2015-2017, approvato lo scorso 23 dicembre 2014, sono stati inseriti alcuni nostri emendamenti al testo, in materia di infrastrutture.

Di particolare rilievo ed interesse per i nostri rispettivi territori, l'emendamento presentato ed accolto, afferente importanti opere che interessano il basso Lazio, quali la Pedemontana, Strada a scorrimento veloce tra i Monti Cimini, e la ferrovia regionale Formia-Gaeta-Minturno-Cassino". Lo ha dichiarato Mario Abbruzese, vice presidente della Commissione Sviluppo Economico, Lavoro e PMI. "Riteniamo, infatti, che il Lazio, per essere competitivo e per attrarre investimenti, abbia un estremo bisogno di nuove infrastrutture e del potenziamento di quelle già esistenti. Per questi motivi, ci siamo battuti per dare vita nel prossimo futuro al progetto dell'asse trasversale di collegamento strategico, in grado di creare un canale diretto per le economie dei mari, Tirreno e Adriatico, partendo proprio da Gaeta, uno dei maggiori porti del mediterraneo. Infatti, l'asse trasversale, che potremmo definire dei due Mari, e che andrà ad intensificarsi con il corridoio 5 della nuova rete Transeuropea dei trasporti, secondo gli esperti, la più strategica per lo sviluppo della nostra nazione, partirebbe proprio dal porto di Gaeta, passando per Formia, per arrivare fino Cassino. Arrivati nell'entroterra del Lazio Meridionale, il collegamento dovrebbe continuare fino allo sbocco nel mar Adriatico attraverso il collegamento autostradale San Vittore del Lazio - Termoli (porto molisano sull'adriatico). Si tratta, ovviamente, di un progetto embrionale, al momento previsto solo su carta nel D.E.F.R. appena approvato, al quale bisognerà però dare seguito e contenuti con atti concreti. A tal fine, abbiamo chiesto a Trequattrini, Forte ed Attaianese, quanto prima, un tavolo tecnico permanente per individuare, in quella sede, tutti gli stakeholder del territorio che si riterrà opportuno coinvolgere, nel processo di concretizzazione del progetto". Ha concluso Abbruzzese. SANITA'; ABBRUZZESE (FI): SITUAZIONE IN PROVINCIA DI FROSINONE NON PIU' SOSTENIBILE "Alla favola della buona Regione e della buona sanità ormai non crede più nessuno. La situazione, soprattutto nella Provincia di Frosinone non è più sostenibile. Pochi giorni fa il direttore generale della ASL aveva annunciato la grande "trasformazione" dell'Ospedale San. Benedetto di Alatri. Sabato il reparto di ostetricia e ginecologia del presidio ospedaliero è stato chiuso per l'ennesima volta per mancanza di personale. Inoltre lo screanning mammografico, una delle eccellenze di questo territorio per oltre dieci anni, è stato ridotto al 10%. Da 300 mammografie tra Frosinone ed Alatri siamo arrivati a circa 30. Non si possono pregiudicare servizi eccellenti ed efficienti soltanto in nome della spending review se poi vengono investiti 500.000 euro per abbattere le liste di attese per soli tre mesi". Lo ha dichiarato Mario Abruzzese, vice presidente della Commissione Sviluppo Economico, Lavoro e PMI. " La realtà dei fatti dimostra che il presidente Zingaretti con la complicità della Mastrobuono sta letteralmente smantellando la rete dei servizi esistente nella nostra provincia. Riuscendo a mortificare anche quelle realtà che fino ad oggi rappresentavano dei punti di riferimento per i cittadini. I quali non meritano prese in giro di queste dimensioni su un diritto inconfutabile che è quello alla salute. Spero vivamente, dunque, che il prossimo 13 gennaio, quando il direttore generale della ASL di Frosinone sarà presente in audizione nella seduta della VII Commissione "Salute", faccia chiarezza su questi ultimi episodi legati a strategie discutibili che stanno causando enormi disagi all'intero sistema sanitario della CiociariA ed esponga in maniera dettagliata quali principi ispiratori, in termini di efficacia, hanno portato alla definizione dell'atto aziendale della ASL che dirige". Ha concluso Abbruzzese.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento