menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, l’azienda olivicola alatrense di Quattrociocchi è la migliore al mondo

Nel momento in cui l’olio è diventato una rarità per la scarsa produzione dovuta al clima  la Ciociaria entra nel gota della produzione mondiale grazie all’Azienda Agricola Biologica Americo Quattrociocchi di Alatri, che è stata premiata come...

Nel momento in cui l'olio è diventato una rarità per la scarsa produzione dovuta al clima la Ciociaria entra nel gota della produzione mondiale grazie all'Azienda Agricola Biologica Americo Quattrociocchi di Alatri, che è stata premiata come Migliore Azienda

Mondiale inoccasione della presentazione della guida Flos Olei 2015 presso l'Excelsior di Roma (guida che annovera oltre 500 produttori di Olio di oliva di 48 nazioni ).

L'ambitissimo premio come azienda dell'anno appena conquistato Americo Quattrociocchi lo ha dedicato a tutti i suoi collaboratori alcuni presenti a Roma. "Azienda che seguita a volare alto, dimostrando di saper unire alla passione e alla precisione un'acuta capacità imprenditoriale. Nato da una famiglia di olivicoltori dal 1888, Americo ha trasformato la sua struttura, nel cuore della Ciociaria, in una realtà di spicco a livello internazionale. Il patrimonio comprende 110 ettari, 25 mila piante e un moderno frantoio che ha molito 6.000 quintali di olive, pari a 970ettolitri di olio. Eccellenti i tre Extravergine da Agricoltura Biologica: il Quattrociocchi moraiolo, e i due olivastro,Etichetta Gialla ed Etichetta Nera. Quest'ultimo è giallo dorato intenso con calde nuance verdi, limpido; al naso è deciso e complesso, con sentori di pomodoro di media m maturità, banana mela e netto ricordo di fave. In bocca è ampio e di carattere, di toni di sedano, lattuga e note di basilico, menta e salvia. Amaro potente e piccante spiccato ideale su antipasti di lenticchie, carpaccio di carne cruda con funghi ovoli, marinate di tonno, zuppe di asparagi, primi piatti con salsiccia, pesce azzurro gratinato, carni rosse o cacciagione alla griglia, formaggi stagionati a pasta filata". Fin qui la motivazione del premio all'azienda che ha raccolto un punteggio di 98/100.

Nella Guida Flos Oil 2015, di Marco Oreggia (coadiuvato da Laura Martinelli che ha fatto anche un'applicazione web) e che ogni anno premia i 20 migliori oli del mondo dopo averne assaggiati circa 7.000, presentata a Roma alla presenza del Vice Ministro On. Andrea Olivero e dell'On. Giovanni Falcone (presidente della Commissione Agricoltura) e del direttore Generale antifrode della Forestale Dott. Amedeo De Francisci che hanno avuto parole di elogio per l'iniziativa. Tutti i presenti si batteranno in Europa per far applicare la tracciabilità sui prodotti soprattutto italiani, perché troppo imitati all'estero con netto danneggiamento della nostra economia Nella prestigiosa guida, da quest' anno, è entrato anche un nuovo olio di Veroli; quello del Frantoio Colli Verolani con 86 punti, dei fratelli Davide e Andrea Quattrociocchi. Sempre ai vertici ancora con 95 punti l'Azienda Agricola Biologica Marcella Giuliani di Anagni.

Davvero un bel riconoscimento per l'olio della Ciociaria che deve lavorare ancora molto, però, per avere una DOP, perché i terreni sono troppo frammentati e la produzione si consuma in prevalenza in famiglia. Alla degustazione di prodotti e soprattutto di olio era presente anche un altro importante prodotto ciociaro l'Acqua Filette.

Giancarlo Flavi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento