Nord CiociariaToday

Sant’Elia Fiumerapido, scoperta con “Pedro” una fonte di spaccio di sostanze stupefacenti nel cassinate

Nel prosieguo dell’attività investigativa dei giorni scorsi che ha portato, tra l’altro, all’arresto del corriere che trasportava droga nel cassinate, nel week end i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Cassino, unitamente...

Nel prosieguo dell’attività investigativa dei giorni scorsi che ha portato, tra l’altro, all’arresto del corriere che trasportava droga nel cassinate, nel week end i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Cassino, unitamente al personale della Stazione di Sant’Elia Fiumerapido, coadiuvati dal Nucleo Cinofili di Santa Maria di Galeria (RM), a conclusione di un mirato servizio antidroga traevano in arresto un 39enne di Sant’Elia Fiumerapido (già censito per reati specifici, contro il patrimonio ed altro) per “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”. L’uomo, sottoposto a perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di due panetti di sostanza stupefacente del tipo hashish abilmente nascosti in un mobile dell’abitazione, rinvenuti solo grazie alla presenza del cane antidroga “PEDRO”, che ne fiutava la presenza. La sostanza stupefacente del peso complessivo di gr. 194 veniva sottoposta a sequestro unitamente ad un coltello artigianale, trovato con evidenti residui di stupefacente sulla lama, nonchè una mazza da baseball.

Stante la flagranza del reato, l’uomo veniva tratto in arresto ed al termine delle formalità di rito tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino su disposizione della competente A.G..

ALATRI, RIMPATRIATI CON FOGLIO DI VIA DUE TRENTENNI

Nel pomeriggio del 23 giugno u.s., in Alatri, i militari della locale Stazione Carabinieri, nell’ambito di predisposti servizi finalizzati a contrastare la recrudescenza dei reati contro il patrimonio, rintracciavano nei pressi di un grande supermercato del posto un 29enne ed un 30enne di origini campane, già censiti per reati contro il patrimonio, che si aggiravano in loco con fare sospetto e senza giustificato motivo, tanto da far ritenere che si trovassero in zona per la commissione di reati predatori. Ricorrendone i presupposti di legge, veniva inoltrata nei loro confronti la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. con divieto di ritorno nel comune di Alatri per anni tre.

VEROLI, ALLONTANATE TRE PERSONE TRA OLE QUALI ANCHE UNA DONNA 39ENNE

In Veroli, i militari della locale Stazione Carabinieri, nell’ambito di predisposti servizi finalizzati a contrastare la recrudescenza dei reati contro il patrimonio, rintracciavano un 43enne ed un 45enne del cassinate in compagnia di una donna 39enne di origini campane, tutti già censiti per reati contro il patrimonio e la persona, che si aggiravano con fare sospetto nelle contrade del centro ernico senza fornire valida giustificazione, tanto da far ritenere che si trovassero in zona per la commissione di reati. Ricorrendone i presupposti di legge, veniva inoltrata nei loro confronti la proposta dell’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Veroli per anni tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento