Martedì, 19 Ottobre 2021
Alatri Cassino

Supino, albanese estorce circa 100mila euro ad una donna del posto

A  Supino,  i carabinieri della locale Stazione, traevano in arresto un 43enne cittadino albanese, residente in questo capoluogo,  in esecuzione dell’Ordine di Custodia Cautelare in carcere, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, poiché...

A Supino, i carabinieri della locale Stazione, traevano in arresto un 43enne cittadino albanese, residente in questo capoluogo, in esecuzione dell'Ordine di Custodia Cautelare in carcere, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, poiché resosi responsabile di "estorsione aggravata continuata, lesioni personali aggravate e atti persecutori"

I militari operanti a seguito di un'articolata e prolungata attività info-investigativa, posta in essere anche con l'ausilio di specifici accertamenti tecnici, riuscivano a comporre un quadro accusatorio, cui l'Autorità Giudiziaria procedente concordava totalmente. Infatti, dimostravano che l'arrestato, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, in un arco temporale piuttosto lungo, compreso tra il 2013 e fino al 17 corrente mese, dietro gravi minacce di un male ingiusto, violenze fisiche (da cui ne scaturivano lesioni personali gravi), oltre che con atti persecutori, riusciva ad estorcere alla vittima, un esercente commerciale del luogo, complessivamente la somma di ?. 100.000,00 circa.

L'arrestato, ad espletate formalità di rito, così come disposto dall'A.G., veniva tradotto presso la casa circondariale di Frosinone.

ALATRI, ARRESTATO UN 28ENNE IN FLAGRANZA PER SPACCIO

In Alatri, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Alatri, unitamente a personale CC Nucleo Cinofili di Roma, nel contesto di un' attività info investigativa, tesa a contrastare il fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, traevano in arresto, poiché colto nella flagranza reato, un 28 enne del luogo poiché resosi responsabile de reato di "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti".

I militari operanti, nel corso di una perquisizione personale prima e domiciliare poi, con l'ausilio di una "unità cinofila ", rinvenivano, all'interno di una rimessa agricola e nascosti tra varie attrezzature agricole, nr. cinque (5) panetti di sostanza stupefacente tipo "hashish"( del peso di grammi 450,00) , un bilancino di precisione e materiale vario , ritenuto idoneo per il confezionamento dello stupefacente in singole dosi. Quanto rinvenuto, veniva sottoposto a sequestro.

ALVITO, ALLONTANATI DUE UOMINI SOSPETTI

In Alvito, i militari della locale Stazione, nell'ambito di specifica attività preventiva, tesa a contrastare la commissione dei reati predatori, intercettavano e controllavano un 61enne ed un 59enne , sopresi con fare sospetto e senza giustificato motivo nei pressi di obiettivi sensibili siti nel predetto centro. Ricorrendone i presupposti di legge, nei confronti dei predetti, veniva inoltrata la proposta per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O., con divieto di far ritorno nel predetto comune per anni tre.

CASSINO, ACQUISTA UNA BICICLETTA CON UN ASSEGNO DI BANCA INESISTENTE

Questa mattina, in Cassino, i militari della locale Stazione, al termine di specifica attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà, alla competente A.G., un 50enne di Taranto poiché resosi responsabile del reato di "truffa".

L'attività posta in essere dai militari operanti permetteva di accertare che l'uomo acquistava, presso un'attività commerciale specializzata di settore e con esposizione nella "città martire", una bicicletta BMC del valore di euro 5.630,00, pagandola con un assegno bancario tratto su un conto corrente dell'istituto "Banca Popolare di Puglia e Basilicata", risultato successivamente falso.

Compagnia di Cassino 20 marzo 2015 foto 2

AUSONIA, DENUNCIATI DUE IRANIANI E UN MAROCCHINO PER GUIDA SENZA PATENTE

Ausonia, i carabinieri della locale Stazione, compagnia di Pontecorvo, nell'ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, deferivano in stato di libertà, alla competente A.G. un 29enne cittadino Marocchino per "guida senza patente e falsità materiale commessa da privato", nonché due 50enni cittadini iraniani per "inottemperanza al provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale";

Alle ore 19.00 del 19 marzo 2015, nel contesto delle verifiche connesse al controllo della circolazione stradale, in Coreno Ausonio, i militari operanti accertavano che il 29enne, circolava alla guida di una fiat marea intestata ad un 76enne di Castel Volturno, sprovvisto del prescritto titolo abilitativo poiché mai conseguito e con certificato e tagliando assicurativo, palesemente contraffatti.

Nella circostanza venivano identificati anche due iraniani che si trovavano a bordo della citata autovettura, i quali risultavano gravati da provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale emesso dalla Questura di Isernia in data 18 febbraio 2015, per motivi di pubblica sicurezza.

Nei confronti dei predetti è stato altresì notificato un ulteriore provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale emesso in data odierna dalla Questura di Frosinone.

AQUINO, DENUNCIATO UN 54ENNE PER ATTI OSCENI NEI CONFRONTI DI UNA VECCHIA

Decorsa mattinata, in Aquino, i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di attività info-investigativa, deferivano. in stato di libertà, alla competente A.G., un 54enne ciociaro poiché ritenuto responsabile del reato di "atti osceni e molestie sessuali".

L'attività investigativa effettuata dai militari operanti consentiva di accertare che predetto, nel febbraio scorso, in Aquino, avvicinava un'anziana donna del luogo con una pretestuosa richiesta di informazione e nella circostanza commetteva atti osceni e molestie sessuali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supino, albanese estorce circa 100mila euro ad una donna del posto

FrosinoneToday è in caricamento