Nord CiociariaToday

Veroli, abbatte con il fucile un maiale di un confinante che trova sul suo terreno. Alatri, pizza e droga

I Carabinieri di Veroli, Compagnia di Alatri, , deferivano in stato di libertà un 75enne del luogo  poiché resosi responsabile “di uccisione di animali, omessa denuncia del cambio di detenzione delle armi ed omessa custodia delle armi.

I Carabinieri di Veroli, Compagnia di Alatri, , deferivano in stato di libertà un 75enne del luogo poiché resosi responsabile “di uccisione di animali, omessa denuncia del cambio di detenzione delle armi ed omessa custodia delle armi.

Lo stesso, con il proprio fucile da caccia, esplodeva un colpo all’indirizzo di un suino di proprietà di un 38enne del luogo che si era introdotto nella sua proprietà colpendolo mortalmente.

Nella circostanza, i militari operanti, immediatamente intervenuti, procedevano al sequestro di due fucili da caccia entrambi cl. 12, che sebbene regolarmente denunciati erano detenuti in luogo diverso e non custoditi.

L’animale abbattuto veniva rimosso per il conseguente smaltimento a cura del personale del servizio veterinario A.S.L. di Frosinone.

Gli stessi militari della locale Stazione, in mattinata nel corso di un predisposto servizio per il controllo del territorio, intercettavano e controllavano 3 cittadini rumeni, tutti già censiti per reati contro il patrimonio. Gli stessi, bloccati mentre si aggiravano con fare sospetto in prossimità di isolate abitazioni venivano pertanto proposti per l’irrogazione del F.V.O. con divieto di ritorno in quel comune per anni 3.

ALATRI, PIZZA E DROGA, DENUNCIATO IL PIZZAIOLO E CHIUSALA PIZZERIA

Alatri, i militari della locale Compagnia, con l’ausilio di unità cinofile, nel corso di attività investigativa intrapresa a seguito del rinvenimento di stupefacente del tipo “cocaina” all’interno di una pizza prodotta e venduta da una locale pizzeria, deferivano in stato di libertà il 27enne pizzaiolo, ritenuto responsabile di “lesioni personali, detenzione illecita di sostanza stupefacente per uso personale e sofisticazione di prodotti alimentari”. I militari operanti accertavano che il predetto, poco prima, aveva confezionato e venduto una pizza con all’interno un involucro contenente stupefacente del tipo “cocaina” che cagionava un improvviso malore all’ignaro acquirente mentre la consumava. Quest’ultimo, visitato presso il pronto soccorso di Alatri veniva riscontrato affetto da “parestesie labbra e lingua da cocaina e stato d’ansia”.

L’esercizio commerciale veniva immediatamente chiuso da parte del personale sanitario della A.S.L. di Frosinone successivamente intervenuto.

ANAGNI, MONS. LORENZO LOPPA PORTA I SALUTI E GLKI AUGURI NATALIZI A TUTTO IL PERSONALE DELLA COMPAGNIA DEI CARABINIERI

S.E. Mons. Lorenzo LOPPA, Vescovo della Diocesi Anagni-Alatri, si è recato presso il Comando Compagnia di Anagni per il tradizionale scambio di auguri in occasione delle imminenti Festività Natalizie.

Il Prelato è stato accolto dal Comandante della Compagnia, da tutti i Comandanti dei reparti dipendenti (N.O.R.M. e Stazioni) e da una nutrita rappresentanza di militari.

Nel corso dell’incontro, Mons. Loppa ha illustrato il profondo valore cristiano delle Feste Natalizie e l’importante opera sociale che l’Arma quotidianamente svolge a tutela del bene comune, rivolgendo un pensiero di profonda vicinanza alla famiglia del Luogotenente Santo BUSA’ che ci ha lasciato il 15 dicembre u.s.. Nella circostanza è stata consegnata ai presenti la lettera che S.E. Mons. Lorenzo LOPPA ha indirizzato a tutti i fedeli della diocesi.

CASSINO, CON L’OPERAZIONE “ AMBRA” ALTRO ARRESTO PER DROGA

Cassino, i Carabinieri del NORM della locale Compagnia, a conclusione di ulteriori ed autonome indagini nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “Ambra”, sviluppata dal dicembre 2011 a Maggio 2013, traevano in arresto un 37enne di San Vittore del Lazio nei confronti del quale il GIP del Tribunale di Cassino, su concorde parere del P.M. inquirente, condividendo le risultanze investigative, emetteva l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, perché ritenuto responsabile di aver venduto con più azioni in esecuzione del medesimo disegno criminoso, sostanza stupefacente del tipo “cocaina” a giovani del luogo, segnatamente nei mesi di novembre e dicembre 2012.

La misura custodiale odierna è il risultato di investigazioni suppletive svolte dai militari operanti mediante l’audizione di numerosi acquirenti di stupefacenti che hanno permesso di acclarare ulteriori e inequivocabili indizi di colpevolezza in pregiudizio del citato giovane, oltre alle già chiare responsabilità accertate nell’ambito dell’indagine “Ambra” conclusa a maggio scorso con l’arresto di 5 persone e la sottoposizione all’obbligo di dimora di altri 3 soggetti, tutti responsabili di trasporto e detenzione continuato e in concorso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti sulla direttrice Napoli e territorio del Basso Lazio.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Inoltre, è stato denunciato un uomo in stato di libertà per “possesso ingiustificato di arma bianca e porto di oggetti atti allo scasso”.

Nel corso degli accertamenti, emergeva che l’autovettura era sprovvista di copertura assicurativa ed esponeva un contrassegno falsificato, il conducente veniva altresì deferito in stato di libertà per “mancata copertura assicurativa e concorso in falsità materiale in scrittura privata”.

Sia il veicolo che gli oggetti rinvenuti venivano posti sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Frosinone ancora una volta sotto i riflettori nazionali a livello enogastronomico: la Rai spiega il "metodo Dolcemascolo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento