Nord CiociariaToday

Amaseno, sull’Auricola Buschini: “Saremo a supporto dell’amministrazione per progetti di rilancio dell’intero complesso”

Presso l'Assessorato all'Ambiente della Regione Lazio, alla presenza dell'Assessore regionale Buschini, del Sindaco di Amaseno Antonio Como, dei rappresenti degli assessorati all'Agricoltura e all'Infrastrutture,

Amaseno Giornata Legalità 1

Presso l'Assessorato all'Ambiente della Regione Lazio, alla presenza dell'Assessore regionale Buschini, del Sindaco di Amaseno Antonio Como, dei rappresenti degli assessorati all'Agricoltura e all'Infrastrutture, della consigliera regionale Daniela Bianchi e del Presidente dell’Osservatorio Tecnico-Scientifico per la sicurezza e la Legalità Gianpiero Cioffredi, si è riunito per la prima volta il tavolo tecnico sull'Auricola di Amaseno, convocato per studiare soluzioni fattive dedite al rilancio del bene confiscato.

"Si è trattato di un primo incontro esplorativo - ha spiegato l'Assessore Buschini - perché la Regione, anche dando seguito ad una recente visita del Presidente Zingaretti, vuole supportare l'amministrazione comunale di Amaseno e lavorare su progetti concreti che possano definitivamente restituire alla comunità un bene così prezioso, sostenendo le iniziative che si riterranno più opportune per la salvaguardia ed il rilancio del complesso. Importante sottolineare anche il ruolo simbolico che può assumere il complesso dell’Auricola nell’ambito delle buone pratiche di legalità portate avanti nel Lazio: a tal proposito, abbiamo attivato una cabina di regia, che coinvolga tutti gli assessorati che a vario titolo possano rivestire un ruolo determinante, al fine di affiancare il sindaco Antonio Como e l’amministrazione comunale e concordare le azioni che riterremo più opportune affinché l'Auricola diventi un simbolo della legalità di tutta la Regione oltre che un volano di sviluppo per Amaseno e tutto il comprensorio".

Soddisfazione espressa dal Sindaco di Amaseno Antonio Como: “Un primo incontro che giudico molto positivo perché il mio messaggio è stato recepito da parte dell’Istituzione regionale e non posso che essere felice del sostegno e del supporto per tutte le iniziative per l’Auricola”.

BIANCHI: BENE TAVOLO APRIRE AL PIU' PRESTO CALL NAZIOANALE PER PROGETTI DI SVILUPPO SUL BENE CONFISCATO ALLE MAFIE

Aprire una call nazionale per raccogliere progettualità ed idee da tutta Italia per il recupero dell’Auricola. E’ questa la proposta fatta al tavolo regionale sull’Auricola di Amaseno, bene confiscato alle mafie e a breve tornerà nelle disponibilità dell’amministrazione comunale.

Così Daniela Bianchi, Consigliera indipendente del gruppo SI-SEL in merito al Tavolo Tecnico Regionale sull’Auricola a cui hanno partecipato, oltre alla Consigliera Bianchi, anche l’Assessore regionale Mauro Buschini, il Sindaco di Amaseno Antonio Como, i rappresenti degli assessorati all'Agricoltura e all'Infrastrutture e il Presidente dell’Osservatorio Tecnico-Scientifico per la sicurezza e la Legalità Gianpiero Cioffredi-

Il tavolo aperto in Regione, a cui sono stata felice di dare il mio contributo, anche come cittadina di Amaseno, è un passo importante e decisivo verso la rinascita dell’Auricola. Siamo al lavoro per trasformare l’importante struttura che vede la presenza di un'abbazia, spazi al coperto, sale conferenze e un ristorante, oggi chiuso e in passato gestito dalla camorra. Vogliamo farne un luogo simbolo per tutto il Lazio della lotta alla criminalità, capace di generare valore e sviluppo non solo per la comunità di Amaseno ma per l'intera Regione come ricordato anche dallo stesso Assessore Buschini. In questo percorso sarà fondamentale avete chiaro cosa dovrà essere e rappresentare questo luogo è quindi raccogliere più progettualità possibili, con un bando di idee aperto alle più importanti realtà nazionali ed europee. Non basterà riaccenderle le luci dell’Auricola, servirà farlo nel migliore dei modi.

L’auricola infatti è un bene architettonico di grande pregio e importanza, che ha bisogno sia di interventi strutturali che di un'idea progettuale di sviluppo realizzabile ed efficiente. Come nel caso dell’uliveto e dei terreni da 9 ettari adiacenti la struttura, già oggi destinati all’agricoltura sociale con l’impiego di persone svantaggiate, dobbiamo fare in modo che a prevalere sia una grande proposta di innovazione sociale. Una proposta cioè capace di creare economia e lavoro attraverso la generazione di valore. Ci sono tutte le condizioni per centrare questo obiettivo.

Il tavolo Regione Lazio conferma anche l'impegno della Regione Lazio e del presidente Zingaretti sul tema, visto che già quest’anno, come primo anno sperimentale, sono stati investiti 750 mila euro di fondi regionali a favore dei Comuni che intendono recuperare i beni confiscati alle mafie.-

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento