menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vigna Sant'Eleuterio

Vigna Sant'Eleuterio

Arce, serie di corsi In nome della conoscenza e del… vino “buono” a Palazzo Tronconi

I fermenti per nuovi sviluppi vitivinicoli ed enoici non riguardano più solo l’areale del ormai conosciuto e radicato Cesanese del Piglio e della Strada del Cesanese, a tutti nota. La Ciociaria cresce di nuove realtà molto attive e determinate a...

I fermenti per nuovi sviluppi vitivinicoli ed enoici non riguardano più solo l'areale del ormai conosciuto e radicato Cesanese del Piglio e della Strada del Cesanese, a tutti nota. La Ciociaria cresce di nuove realtà molto attive e determinate a produrre vini di alta qualità con la materia prima di casa, ossia con vitigni autoctoni locali che testimoniano la centralità e unicità della viticoltura della provincia di Frosinone sin dai tempi antichi.

Aziende che affacciandosi su un panorama agricolo, spesso vessato dalla tecnologia e dalla quantità a scapito della qualità o da concezioni di agricoltura da grandi magazzini, si schierano per un metodo agricolo che rispetti la terra nella sua complessità fatta di microrganismi fondamentali per l'equilibrio dell'ecosistema, rimettendo al centro il rispetto per il territorio e i suoi frutti e recuperando pratiche agronomiche tradizionali, che trovano nella biodinamica completa coerenza. Un'azienda in particolare rappresenta oggi nel panorama vitivinicolo ciociaro tutto questo, Palazzo

Tronconi. Siamo nelle terre di Arce, a cui il giovane ingegnere, Marco Marrocco, ha scelto di dedicare il suo futuro in un progetto di "vite e vita", recuperando i vitigni storici del territorio, Maturano e Lecinaro in particolare, attraverso l'agricoltura biodinamica, con un lavoro certosino ed entusiasta in vigna e in cantina.

Entusiasmo per la propria terra, quella di Arce, che racchiude secoli di Storia che Marco ha scelto di

condividere ulteriormente con l'attività ricettiva e culturale che si svolge presso la Residenza Palazzo Tronconi, nel cuore del Borgo Alto di Arce. Qui è possibile soggiornare, prendendo parte alle molteplici attività che l'azienda biodinamica promuove e organizza, collaborando con altre associazioni del territorio e del settore.

E' possibile partecipare a visite guidate nel sito archeologico di Fregellae (da cui

anche il nome di uno dei vini bianchi di Palazzo Tronconi), concerti jazz, seminari di degustazione e cucina? Nel calendario delle prossime iniziative, mercoledì 11 marzo comincia il "Percorso completo per

comprendere la degustazione del vino". Il corso, promosso da Palazzo Tronconi e curato da Rosso

Peynuad è rivolto a tutti, per dimostrare le infinite capacità di degustazione che appartengono a tutti noi. Il percorso si snoderà in otto incontri/lezioni fino ad aprile, le lezioni/incontro saranno condotte dal Dott. Raffaele Rendina, enologo e sommelier professionista, nella cornice del bellissimo salone del palazzo settecentesco che si affaccia sulla valle. La prima lezione del percorso affronterà le basi di conoscenza del vino partendo dal "luogo di origine", con il racconto sulla vite, la vigna, la viticultura, l'uva, la vinificazione e l'affinamento. Si passerà nella stessa lezione a un primo approccio sensoriale sul tipo di vinificazione e del vitigno, con una degustazione pratica insieme nel nome della conoscenza e del?vino "buono".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento