Nord CiociariaToday

Buschini: "La Regione Lazio in prima linea contro la violenza sulle donne"

Pubblicato un bando regionale finanziato con 600mila euro per progetti sulla problematica della violenza di genere

mauro_buschini

Pubblicato un bando regionale finanziato con 600mila euro per progetti sulla problematica della violenza di genere

"E’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale il Bando con cui la Regione Lazio interviene sulla problematica sociale della violenza di genere, con l’intento di supportare e finanziare progetti per informare, formare e sensibilizzare il tessuto sociale sui valori del rispetto, della libertà e dell’uguaglianza di genere, contro ogni forma di violenza sulle donne in particolare. Destiniamo, dunque, 600 mila euro per la realizzazione di progetti volti alla promozione della cultura del rispetto e dell’uguaglianza tra i sessi, per favorire lo sviluppo della rete d’accoglienza con particolare attenzione verso le donne vittime di violenza e infine per la promozione di progetti sperimentali rivolti agli uomini c.d. “maltrattanti”. I destinatari della misura sono le associazioni di promozione sociale, le organizzazioni di volontariato e le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado affinché maturino e si consolidino il sentimento e la cultura del rispetto e dell’uguaglianza di genere fin dalle primarie sedi formative dell’individuo. La partecipazione al bando può avvenire esclusivamente in forma singola e sono agevolate le spese legate alla realizzazione dei progetti mediante la concessione di un contributo massimo di 20 mila euro a copertura anche del 100% dei costi ammissibili". Lo dichiara in una nota l'Assessore regionale Mauro Buschini. "Si tratta di un tema - ha spiegato Buschini - che purtroppo continua ad essere di stretta attualità e di grande allarme sociale: secondo una recente ricerca del dipartimento pari opportunità e dell’istituto nazionale di statistica, il 31,5 % delle donne italiane fra i 16 e i 70 anni ha subito una qualsiasi forma di violenza almeno una volta nel corso della vita. Parliamo di circa 6 milioni e 788mila donne, in pratica una donna su tre. Un dato particolarmente grave ed allarmante che soprattutto non registra segni di discontinuità rispetto alle precedenti rilevazioni e che ci pone, purtroppo, ad un livello di maggiore gravità anche rispetto ai dati della media europea. Sul tema, la Regione è già intervenuta con un'apposita legge, la n. 4 del 2014, orientata proprio verso il superamento della violenza di genere e la promozione della cultura del rispetto dei diritti fondamentali e delle differenze tra uomo e donna. Con il chiaro scopo di prevenire e contrastare questi fenomeni anche nel nostro tessuto sociale regionale e in linea con il dettato della nuova normativa, viene ora emanato questo bando per spese di consulenze specialistiche, retribuzione del personale coinvolto nell’attuazione della proposta di progetto, materiali promozionali e di consumo, affitto di attrezzature e di spazi dedicati alle attività proposte sostenendo così le associazioni che lavorano per contrastare fattivamente questo deprecabile fenomeno".

LAZIO: GENERIAMO PARITA' 600MILA EURO CONTRO VIOLENZA DONNE

Dalla Regione Lazio 600mila euro per finanziare progetti di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne. Promuovere la cultura del rispetto e delle differenze tra uomo e donna, contrastare la violenza di genere, assistere e tutelare le vittime sono gli obiettivi dell'avviso pubblico. L’avviso pubblico, rivolto a scuole, associazioni di promozione sociale e organizzazioni di volontariato, prevede il finanziamento di un contributo fino a 20mila euro per ciascun progetto ammesso, a copertura del 100% delle spese sostenute.

"La nostra priorità –spiega l’assessore regionale alle Pari Opportunità, Lavoro e Personale della Regione Lazio, Lucia Valente, promotrice del bando – è rafforzare e promuovere azioni di contrasto alla violenza sulle donne. Siamo convinti che per sconfiggere questo fenomeno odioso è fondamentale agire attraverso iniziative volte a valorizzare forme di rispetto tra i sessi. Dobbiamo battere una cultura della sopraffazione che ancora permea in profondità la nostra società e il primo luogo dove si può fare un’efficace azione di prevenzione è la scuola. Per questo il bando è aperto al coinvolgimento delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. L’altro elemento centrale dell’avviso – continua Valente - è la tutela delle donne che hanno subito maltrattamenti e violenza, anche domestica, attraverso il sostegno alla rete di operatori, associazioni, volontari che sono quotidianamente in prima linea nel prestare aiuto e supporto alle vittime. Ritengo infine importante e innovativo aver dedicato una misura sperimentale rivolta agli uomini responsabili di violenza o che si sentano in difficoltà nel gestire le proprie relazioni affettive”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la presentazione della domanda di partecipazione al bando, occorre compilare tutta la documentazione scaricabile dal sito www.biclazio.it . Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro 60 giorni dalla pubblicazione del bando tramite PEC all’indirizzoviolenzadigenere@pec.biclazio.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento