Nord CiociariaToday

Cassino, arrestate tre persone per sconto di pene e deferite diverse persone

I Carabinieri della Compagnia di Cassino hanno incrementato ulteriormente i servizi di prevenzione dei reati in genere ed in particolare di quelli contro il patrimonio, mediante la predisposizione di servizi di pattugliamento nei centri abitati.

I Carabinieri della Compagnia di Cassino hanno incrementato ulteriormente i servizi di prevenzione dei reati in genere ed in particolare di quelli contro il patrimonio, mediante la predisposizione di servizi di pattugliamento nei centri abitati.

I servizi, coordinati dal Comando Provinciale di Frosinone, tesi alla vigilanza preventiva e alla captazione di soggetti di interesse operativo, hanno consentito di:

- rintracciare e trarre in arresto un 61enne del luogo già censito, poiché colpito da un “Ordine di esecuzione per la carcerazione” , dovendo questi scontare una pena residua di mesi 5 e giorni 27 di reclusione per il reato di evasione aggravata commesso nell’anno 2014. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva ristretto presso la Casa Circondariale di Cassino.

Analogo provvedimento veniva notificato ad un altro cassinate 47enne, già censito. L’uomo, associato anch’egli presso la Casa Circondariale di Cassino, dovrà scontare una pena residua di mesi 4 e giorni 27 di reclusione, per i reati di “resistenza a P.U., lesioni personali aggravate e spaccio di stupefacenti”.

I militari della Stazione di Cassino, procedevano altresì all’arresto di un 58enne cittadino inglese, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari, per reati inerenti gli stupefacenti, presso una struttura d’accoglienza della città martire, poiché, a seguito di reiterate violazioni comportamentali, segnalate all’A.G. dal citato Comando Stazione, la Corte di Appello di Firenze disponeva l’immediata traduzione del medesimo presso la locale casa circondariale.

- deferire in stato di libertà un 26enne di Pontecorvo, già censito, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Il giovane, fermato alla guida della propria autovettura, sottoposto a perquisizione personale e veicolare veniva trovato in possesso di sette contenitori in plastica con all’interno 60 ml di “Metadone” che, celava all’interno di un borsello e di un manganello in legno lungo cm 42 circa, nascosto sotto ad un sedile;

- deferire in stato di libertà due cittadine rumene, già censite, per inosservanza all’ordine del Questore di far ritorno nel comune di Cassino per tre anni. Le donne venivano sorprese mentre tentavano di adescare clienti al fine di prostituirsi lungo la consorziale Fiat;

- deferire in stato di libertà un 22enne ciociaro, controllato mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi di autovetture parcate in una piazza del centro abitato di Cassino. A seguito di accertamenti lo stesso risultava inadempiente al divieto di ritorno nel Comune di Cassino .

- proporre per l’applicazione del foglio di via obbligatorio, un 70enne campano, già censito, che veniva notato aggirarsi con atteggiamento particolarmente sospetto, nei pressi di esercizi commerciali del centro di Cassino.

Nel corso del medesimo servizio effettuavano:

- nr.35 identificazioni personali;

- nr.28 controlli veicolari;

- nr.3 contravvenzione al C.d.s.;

- nr.4 perquisizioni personali, veicolari e locali.

ARPINO, DENUNCIATO UN 56ENNE PER AVER RICETTATO UN TELEFONINO

Questa mattina, in Arpino, i militari della locale Stazione, compagnia di Sora, deferivano in stato di libertà un 56enne del luogo, già censito, per aver ricettato un telefono cellulare, denunciato rubato il 25.07.2015 da una pensionata di Isola del Liri all’interno dell’ ospedale di Sora .

GALLINARO, FERMATO CON LA PATENTE REVOCAVA DALLA PREFETTURA

Decorsa notte, in Gallinaro, i militari della Stazione di San Donato Val di Comino intervenivano a seguito di un sinistro stradale occorso a un 62enne del luogo, che alla guida di un’autovettura, per cause in corso di accertamento, perdeva il controllo del mezzo uscendo fuori strada. Soccorso da personale del “118” veniva trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Sora per le cure del caso. A seguito di accertamenti, emergeva che lo stesso si era messo alla guida nonostante la patente gli fosse stata revocata dal Prefetto di Frosinone e l’autovettura era soggetta a provvedimento di fermo amministrativo. Il mezzo è stato posto sotto sequestro.

SAN DONATO VAL COMINO, ALTRO 55ENNE BECCATO CON LA PATENTE SOSPESA

Questa mattina, in San Donato Val di Comino, gli stessi militari nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio, sorprendevano un 55enne del luogo, alla guida della propria macchina agricola con la patente di guida sospesa dal Prefetto di Frosinone. Il mezzo veniva posto sotto sequestro.

CASALVIERI, DENUNCIATE DUE PERSONE CHE HANNO RICETTATO UN GAZEBO

Nella mattinata, in Casalvieri, i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà un 26enne e un 53enne residenti nel sorano, per aver concorso nella ricettazione di due gazebo denunciati asportati nel comune di Sora lo scorso anno e per i quali nel novembre 2015 venivano deferite altre due persone del luogo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento