Nord CiociariaToday

Cassino, denunciati due coniugi per abbandono di minorenne

Due coniugi,  sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma, per il reato di abbandono di minore degli anni 14, poiché avevano lasciato che il loro figlio, di anni 6, si...

Due coniugi, sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma, per il reato di abbandono di minore degli anni 14, poiché avevano lasciato che il loro figlio, di anni 6, si allontanasse dall’abitazione ove dimoravano, senza accorgersene. Il bambino era stato visto piangere da numerosi passanti che, considerato che lo stesso non era stato in grado di fornire informazioni circa i propri genitori, lo accompagnavano presso la Caserma dei Carabinieri. I militari, dopo averlo tranquillizzato e consolato, si adoperavano per risalire all’individuazione dei genitori che, grazie alle poche indicazioni che il bambino forniva loro, venivano rintracciati presso la propria abitazione. I Carabinieri accertavano, inoltre, che il bambino si era già allontanato da casa anche altre volte ed era stato riaccompagnato a casa da amici e/o conoscenti.

A Cassino i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione accertamenti, deferivano in stato di libertà, alla locale Procura della Repubblica, per i reati di ‘porto abusivo di armi bianche in luogo pubblico e ubriachezza’, un 63enne del cassinate già censito per analoghi reati e per i reati di atti osceni e detenzione di materie esplodenti. L’uomo, nel corso della serata del 28 maggio scorso, in evidente stato di ubriachezza ed armato di un’ascia, in un bar del centro abitato aveva minacciato i clienti che, impauriti, avevano richiesto l’intervento dei Carabinieri. Alla vista dei militari intervenuti, il 63enne si allontanava velocemente per disfarsi dell’ascia che, nonostante le ricerche, non è stata ancora rinvenuta.

San Giorgio a Liri , denunciata 53enne per ricettazione

Nella mattinata odierna in San Giorgio a Liri i Carabinieri della locale Stazione deferivano alla competente A.G. una 53enne, non censita, ritenuta responsabile del reato di “ricettazione”. Gli accertamenti effettuati dai militari operanti, scaturiti a seguito della denuncia di furto sporta nel mese di dicembre scorso da una 26enne del cassinate, consentivano l’identificazione della 53enne quale ricettatrice di un cellulare asportato alla proprietaria da ignoti malviventi.

Pignataro Interamna, segnalato giovane 23 enne in prefettura

Nella giornata di ieri, in Pignataro Interamna, nell’ambito delle attività info–investigative finalizzate alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di San Giorgio a Liri segnalavano un 23enne alla competente autorità amministrativa quale assuntore di sostanze stupefacenti. Il giovane, non censita, a seguito di perquisizione personale, veniva trovato in possesso di grammi 0,60 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, sottoposta a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento