Nord CiociariaToday

Castro dei Volsci, dopo la condanna del Comune la minoranza passa al contrattacco chiedendo l’intervento della Corte dei Conti

La condanna è dell’altro giorno: il Tribunale Civile di Frosinone, infatti, ha riconosciuto l’ex comandante dei Vigili Urbani di Castro dei Volsci, Elisa Lonoce, vittima di  mobbing e demansionamento professionale   da parte dell’amministrazione...

castro-dei-volsci-_esterno_del_municipio

La condanna è dell’altro giorno: il Tribunale Civile di Frosinone, infatti, ha riconosciuto l’ex comandante dei Vigili Urbani di Castro dei Volsci, Elisa Lonoce, vittima di mobbing e demansionamento professionale da parte dell’amministrazione comunale, condannando, quindi, il sindaco Massimo Lombardi al pagamento di circa 25 mila euro (soldi dei cittadini!) , come risarcimento.

Tra l’altro questa condanna avrà effetti significativi anche nella causa penale tuttora in piedi davanti al Tribunale Penale.

Per questo chiediamo che sul caso intervenga subito la Corte dei Conti a fronte di continui esborsi da parte delle Casse comunali.

Alla luce di ciò, abbiamo inviato una lettera-denuncia a tutti i consiglieri comunali di Castro dei Volsci.

Eccola qui di seguito: Lettera aperta al Sindaco dr Massimo Lombardi, dai consiglieri Borsa Antonio, Marzella Carmela e Andreozzi Mario.

Signor Sindaco,

riteniamo giusto, a nome di tutti i cittadini, esporre una riflessione che si rende necessaria all’indomani di una sentenza del Tar e di una sentenza del Tribunale civile di Frosinone che condannano il comune per delle vicende connesse: si precisa che per le stesse motivazioni si attende anche una sentenza penale per la quale la Tua persona è stata rinviata a giudizio.

Con rammarico apprendemmo la condanna del Comune da parte del Tar che annullò due delibere illegittime aventi ad oggetto le funzioni dell’allora Comandante della Polizia Municipale con obbligo di rifusione delle spese legali di controparte e dell’avvocato del comune stesso: in occasione del Consiglio Comunale che segui l’emanazione delle delibere i consiglieri di minoranza, tra cui anche Carmela Marzella, oggi tra gli scriventi, ti sollecitarono al ritiro delle delibere preannunciandone la sicura illegittimità: come sempre proseguisti per la tua strada senza ascoltare chi ben ti consigliava.

Con rammarico abbiamo altresì appreso il contenuto della sentenza che ha condannato il Comune di Castro dei Volsci alla rifusione del danno alla salute e del danno morale alla dr.ssa Lonoce Elisa per complessivi euro 20.510,00 oltre interessi e rivalutazione monetaria dal 2012 ad oggi.

A dette some si deve aggiungere anche la condanna per spese legali pari ad euro 4.000,00 oltre Cassa per avvocati 4% e Iva 22% e rimborso forfettario 15% per un totale di euro 5.675,00.

Ma ancora! A dette somme si deve aggiungere la condanna alle spese della CTU per euro 800,00 oltre IVA e cassa per un totale di 1.015,00 euro circa.

Ma ancora! Si devono aggiungere le spese legali all’avv. Loreto Gentile che ha difeso il Comune di Castro, si devono aggiungere le spese legali della causa penale in corso, le spese per aver dovuto sostituire con un nuovo dipendente a tempo, l’ex Comandante dei Vigili Urbani di Castro, rimasto inattivo dietro una scrivania e, comunque, rimasto stipendiato dal comune stesso: il sostituto è stato retribuito per ben 5 anni !

Ora, volendo fare due conti, l’intera vicenda sembra esser costata al comune di Castro dei Volsci ben oltre 100.000,00 euro solamente per una questione tua personale . Gli atteggiamenti che ti si attribuiscono nella sentenza quali “ prevaricazione, persecuzione psicologca, emarginazione, vessazioni ecc. “ non fanno onore ad un sindaco. Si legge nella sentenza che alcuni testi hanno riferito che” le divergenze della Lonoce con il sindaco erano sorte a causa di alcune multe che la Lonoce aveva contestato e che il sindaco non aveva gradito, tanto che pretendeva che facesse marcia indietro”.

Noi non siamo giudici e non vogliamo valutare il comportamento personale e politico della tua persona ma, dovendo dare attendibilità ad una sentenza il cui intento è quello di fare giustizia , allora, a sostegno di tutti i cittadini di Castro, chiediamo che ogni spesa relativa alla vicenda sia sostenuta esclusivamente dal responsabile e non dal comune per il quale ti pregi di essere il sindaco.

Come primo cittadino si rende necessario dimostrare che, per errori personali di comportamento e di scelte politiche, non può pagare l’intera comunità.

Ci appelliamo, pertanto, alla tua coscienza affinchè, dando esempio a noi tutti che gli errori si pagano di persona, tu possa prenderti pubblicamente ed economicamente le tue responsabilità, quelle stesse che più volte hai rimproverato ai tuoi predecessori di non essersi assunte.

E’ il momento di dimostrare con l’esempio, in prima persona, che la politica non è fatta solo di rimproveri al comportamento altrui ma che, nel momento in cui per cattiva gestione, si arrechino danni alla comunità gli stessi debbano essere sostenuti da chi li ha provocati, come più volte in tanti anni da te ribadito.

Auspichiamo, a nome di tutti i cittadini, che il nostro appello alla tua coscienza sia accolto con favore ma soprattutto, ci auguriamo una più oculata amministrazione, onde evitare ulteriori vicende sgradevoli e costose .

Con la medesima gli scriventi consiglieri annunciano che chiederanno la trasmissione alla corte dei conti di tutti gli atti presenti e i successivi relativi alla sentenza del tribunale di Frosinone riguardante la Dottoressa Lonoce Elisa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FIRMATO: I CONSIGLIERI COMUNALI TONINO BORSA, CARMELA MARZELLA, MARIO ANDREOZZI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento