rotate-mobile
Nord Ciociaria

Ceprano, assemblea aperta del gal terre di Argil

Martedi 5 luglio,alle ore 18,30, a Ceprano , presso la Sala comunale “Sandro Pertini”, si terrà una Assemblea aperta a tutti i cittadini ed operatori pubblici e privati dell’area del GAL Terre di Argil per la presentazione del  Piano di Sviluppo...

Martedi 5 luglio,alle ore 18,30, a Ceprano , presso la Sala comunale “Sandro Pertini”, si terrà una Assemblea aperta a tutti i cittadini ed operatori pubblici e privati dell’area del GAL Terre di Argil per la presentazione del Piano di Sviluppo Locale “Dove Agricoltura e Cultura hanno la stessa radice”.

Il GAL-Gruppo di azione locale- Terre di Argil ,costituito da 11 comuni,Arce-Arnara-Castro dei Volsci-Ceprano-Colfelice-Fontana Liri-Pastena-Pofi-Santopadre-Torrice-Rocca D’Arce- ed 21 privati tra cui la UIMEC- CISL- CONFARTIGIANATO-SAF-Centro Studi M. Mastroianni , ha presentato domanda per partecipare , attraverso il PSL( Piano di Sviluppo Locale), alle procedure di selezione previste dal Bando della Regione Lazio-Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020- Misura-Sostegno allo Sviluppo Locale LEADER- la cui dotazione finanziaria è pari a circa 60 milioni di euro.

“ L’opportunità di essere soggetti attivi dello sviluppo del proprio territorio, in un concetto di rete che riunisse pubblico e privato, ha permesso – ha dichiarato il Presidente del GAL Terre di Argil Enzo Carlevale – di elaborare un “Piano” strategico in cui l’idea di fondo è stata quella di strutturare un’area in grado di promuovere in termini turistici il patrimonio culturale e produttivo e la ruralità del territorio”.

“La strategia, elaborata attraverso una serie di incontri sviluppati sul territorio e che ha visto protagonisti i Sindaci dei comuni del Gal, è stata incentrata quindi- ha proseguito il Presidente del GAL- sulla valorizzazione delle risorse culturali,del patrimonio artistico e paesaggistico sostenuta da interventi mirati, da un lato , al potenziamento dell’offerta turistica sostenibile in termini di capacità ricettiva , servizi offerti e promozione, dall’altra alla valorizzazione dei prodotti e delle produzioni agricole sostenibili ed all’organizzazione di filiere orientate alla promozione, commercializzazione anche attraverso la realizzazione di un marchio di certificazione della qualità dei prodotti”.

Nel “ Piano” sono previste 4 tipologie d’interventi diretti,i prime due a favore dei settori produttivi di cui il primo a sensibilizzare gli addetti al settore agricolo sui metodi di produzione volti a migliorare la sostenibilità ambientale, la competitività e l’utilizzo efficiente delle risorse; il secondo al sostegno degli investimenti materiali ed immateriali finalizzati al miglioramento delle prestazioni delle aziende agricole in termini anche di trasformazione , commercializzazione e sviluppo dei prodotti ed all’avviamento di nuove attività.

Le altre due tipologie d’intervento sono a favore degli Enti locali e sono finalizzati al sostegno di investimenti diretti all’introduzione, al miglioramento o all’espansione di servizi di base a livello locale per la popolazione rurale del GAL, comprese le attività culturali e ricreative , al recupero e riconversione di fabbricati per la creazione di spazi culturali ed alla diversificazione agricola in attività sanitarie e di integrazione sociale ed alla promozione e valorizzazione del patrimonio archeologico dell’area.

Il PSL –Piano di sviluppo locale- prevede investimenti complessivi per circa 5,5 milioni di euro una volta selezionato ed approvato dalla Regione Lazio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceprano, assemblea aperta del gal terre di Argil

FrosinoneToday è in caricamento