Martedì, 26 Ottobre 2021
Nord Ciociaria Ferentino

Ferentino, al "don Morosini" lezione per fermare lo stalking e il bullismo

Proseguono le iniziative connesse con il protocollo di intesa denominato “Contributi dell’Arma dei Carabinieri alla formazione della cultura della legalità” che il Comando Generale dell’Arma ha concordato con il Ministero dell’Istruzione...

Proseguono le iniziative connesse con il protocollo di intesa denominato "Contributi dell'Arma dei Carabinieri alla formazione della cultura della legalità" che il Comando Generale dell'Arma ha concordato con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Nella mattinata odierna, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Anagni ha tenuto una conferenza agli studenti dell'Istituto Tecnico Industriale "Don Morosini" di Ferentino.

Nel corso dell'incontro, dopo aver illustrato ai ragazzi le attività dei vari Reparti facenti parte dell'Organizzazione dell'Arma, sono state affrontate tematiche di interesse generale e d'attualità, quali lo spaccio, il consumo e gli effetti sulla salute delle sostanze stupefacenti. Particolare importanza è stata, inoltre, riservata alle problematiche connesse con "stalking" e "bullismo".

Gli studenti si sono dimostrati molto interessati, partecipando attivamente con quesiti e domande, nel corso delle quali è emersa la consapevolezza dei giovani circa la vicinanza dell'Arma e delle Istituzioni a tutti i cittadini con speciale riguardo ai ragazzi che sono stati, altresì, sensibilizzati sul corretto utilizzo di internet e dei social network.

Molti di essi hanno, inoltre, dimostrato di essere già a conoscenza delle enormi risorse in termini di conoscenze e, soprattutto, consigli utili ed informazioni di cui si può usufruire visitando il sito www.carabinieri.it.

FERENTINO, ARRESTATI DUE GIOVANI EGIZIANI PER LESIONI AL TITOLARE DELLA STRUTTURA

In Ferentino, i militari della locale Stazione Carabinieri, al termine delle attività scaturite dalla denuncia presentata dai titolari di una struttura di accoglienza del luogo, traevano in arresto due giovani di nazionalità egiziana resisi responsabili di maltrattamenti, danneggiamento aggravato, minaccia, lesioni e porto illegale di strumenti atti ad offendere. I giovani, senza alcun valido motivo, nel pomeriggio avevano percosso il titolare della struttura di cui erano ospiti minacciandolo con un coltello ed un taglierino e danneggiando seriamente alcune porte e varie suppellettili. Nel corso degli approfondimenti emergeva, altresì, che nel tempo si erano già ripetuti altri episodi di maltrattamenti e lesioni anche nei confronti di altri giovani presenti nella casa d'accoglienza, alcuni dei quali avevano riportato serie ferite facendo ricorso alle cure dei sanitari. Nella circostanza venivano sottoposti a sequestro il coltello ed il taglierino in possesso dei due fermati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferentino, al "don Morosini" lezione per fermare lo stalking e il bullismo

FrosinoneToday è in caricamento