menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferentino, coltre di sabbia presso Fontana la Noce inviata segnalazione all’ARPA

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: “Alle preoccupanti e preoccupate segnalazioni telefoniche, totalmente da me condivise, sulla presenza di uno strato di sabbia color giallo-ocra, nella zona Fontana La Noce, Ferentino Scalo, rispondo – spiega in una nota...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Alle preoccupanti e preoccupate segnalazioni telefoniche, totalmente da me condivise, sulla presenza di uno strato di sabbia color giallo-ocra, nella zona Fontana La Noce, Ferentino Scalo, rispondo - spiega in una nota Franco Martini assessore all'ambiente del comune di Ferentino - che esattamente alle ore 11.47 del 3 novembre scorso, avevo informato, via fax, l'ARPA Lazio di

Frosinone per i provvedimenti di competenza. Ricordo che anche in occasione della segnalazione, pervenuta il 14.10.2014 di presenza di forti miasmi nella medesima zona, alle ore 11.31 del 15.10. 2014, inviavo comunicazione via fax all'Arpa Lazio, settore Ambiente dell'Amministrazione Provinciale e all'ASL di Frosinone per eseguire i rilievi opportuni. I fenomeni d'inquinamento di qualsiasi origine sono i sintomi di una cattiva gestione del bene comune. Sono necessari non solo controlli a valle delle fonti d'inquinamento ma soprattutto intervenendo in modo preventivo, applicando e facendo rispettare nuove normative in materia di rischi industriali, d'inquinamento acustico e olfattivo e di valutazione d'impatto ambientale. Le questioni connesse all'uso del territorio sono veramente complesse, perché si riferiscono a problemi assai diversi da loro. Spesso il proliferare di leggi e provvedimenti dimostra l'oggettiva impotenza che ha sovrapposto e reso conflittuali competenze e interessi. Le ragioni sono molteplici: la complessità dei meccanismi di controllo, quali rapporto Stato-Regione e sub-deleghe ai Comuni, la diffusa carenza progettuale, ma soprattutto l'assenza di cultura e di rispetto del paesaggio e quindi di un corretto indirizzo disciplinare. Come Amministrazione, noi mettiamo sempre al primo posto le persone, le famiglie, la comunità, nel rispetto dei loro bisogni e delle loro esigenze, assicurando per quanto possibile che l'amministrazione operi in difesa e in funzione di questi soggetti. Le soluzioni però spesso sono molto complesse".

L'assessore Martini, inoltre, intende rivolgere una raccomandazione a tutti i proprietari di terreni limitrofi alle strade comunali nel richiamare le ordinanze per la manutenzione dei fossi e per la potatura di siepi, arbusti e alberi che affacciano sulla proprietà pubblica in modo da non restringere o danneggiare le strade. È obbligo tagliare i rami delle piante che si protendono oltre il ciglio stradale, conservare in buono stato gli sbocchi degli scoli, che affluiscono nei fossi o nelle cunette antistanti alle strade comunali, eseguendo le operazioni di potatura e pulizia in ogni epoca in cui esse siano necessarie, mettere in ordine i terreni privati incolti e che possono recare pericolo pubblico. Una collaborazione indispensabile in vista del periodo autunno-invernale affinché si possano diminuire possibili rischi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento