Nord CiociariaToday

Ferentino, sabato 19 novembre la XXIII edizione del premio don Morosini

E’ in programma per sabato prossimo, 19 novembre, la cerimonia di consegna della XXIII edizione del Premio Cultura “Don Morosini” destinato a «personaggi, impegnati nella cultura, nel sociale, nell’imprenditoria, nel giornalismo e nello sport, che...

reti-impresa-2

E’ in programma per sabato prossimo, 19 novembre, la cerimonia di consegna della XXIII edizione del Premio Cultura “Don Morosini” destinato a «personaggi, impegnati nella cultura, nel sociale, nell’imprenditoria, nel giornalismo e nello sport, che portano avanti il messaggio di pace e di libertà».

L’Amministrazione comunale, guidata da Antonio Pompeo, e il Comitato, coordinato da Primo Polletta, attribuiranno il premio a personalità della cultura italiana.

Don Giuseppe Morosini era un sacerdote vincenziano che partecipò alla resistenza durante l’occupazione tedesca della Città eterna.

Amava la musica e avrebbe voluto fare il missionario, ma le circostanze drammatiche di quegli anni lo condussero ad adoperarsi per dare aiuto e rifugio ai perseguitati e agli ebrei di Roma.

Fu arrestato dalla Gestapo il 4 gennaio del 1944 e detenuto a Regina Coeli. Sottoposto a crudeli torture, il 22 febbraio il tribunale tedesco lo condannò a morte e nonostante le pressioni del Vaticano, fu fucilato il 3 aprile 1944 a Forte Bravetta.

La sua storia fu ripresa dal regista Roberto Rossellini, che affidò la figura del prete al grande Aldo Fabrizi in “Roma città aperta”. In data 15 febbraio 1945 a Don Giuseppe Morosini fu conferita la Medaglia d'oro al valor militare.

Il programma prevede, a partire dalle ore 9,30 presso il monumento al Vascello, un omaggio a Don Giuseppe Morosini, prete partigiano, ed un momento di raccoglimento. A seguire, nel salone di rappresentanza del Liceo Martino Filetico, il saluto delle Autorità, la relazione sulla figura del sacerdote, l'annuncio e la presentazione delle personalità premiate a cura dei Comitati di Ferentino e di Avellino, oltre ad un intermezzo musicale a cura degli studenti degli Istituti Comprensivi cittadini.

“Un premio – ha spiegato il sindaco Antonio Pompeo - giunto alla XXIII edizione e che ogni anno, nel ricordo del sacerdote trucidato dai tedeschi, attribuisce un riconoscimento a personalità del mondo della cultura italiana che particolarmente si sono distinte nella professione e per il loro impegno sociale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Voglio ringraziare il presidente del Comitato Primo Polletta, e tutti i componenti, per gli sforzi con cui portano avanti questa meritoria iniziativa, che rende onore ad un nostro concittadino e dà lustro all'intera comunità di Ferentino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento