Nord CiociariaToday

Ferentino, Martini; sulle polveri sottili massima attenzione da parte dell'amministrazione

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Il problema delle polveri sottili ha avuto e avrà sempre un posto ampio nell’attenzione dell’amministrazione comunale, la quale, in passato come in futuro, non si ritirerà indietro nell’adottare i correlati provvedimenti...

Centralina Pm10

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Il problema delle polveri sottili ha avuto e avrà sempre un posto ampio nell’attenzione dell’amministrazione comunale, la quale, in passato come in futuro, non si ritirerà indietro nell’adottare i correlati provvedimenti e un

programma d’iniziative concrete con un calendario di precise scadenze in difesa dell’ambiente, quali: blocco in città del traffico in alcune fasce orarie, iniziative tipo pedalate e passeggiate ecologiche, con il coinvolgimento di associazioni, scuole e cittadini, l’interdizione della circolazione in centro di autoveicoli inquinanti da ripetersi settimanalmente in diversi mesi consecutivi. All’affacciarsi del problema - spiega in una nota l’assessore all’ambiente del comune di Ferentino Franco Martini - giungiamo sempre a decisioni operative, non ci riempiamo la bocca, come è costume di qualcuno, di generiche declamazioni di principio, forse solo per avere una vetrina pubblicitaria sui giornali. Siamo sempre disposti a dialogare con le associazioni, come negli anni passati, ma su elementi fattivi e su cose concrete in aperta collaborazione. Non possiamo esserlo, quando gli incontri diventano occasione solo di critica e di accuse volutamente strumentali per una propaganda sterile e superata dai tempi. In quanto all’implementazione delle centraline, nelle passate amministrazioni diverse e più volte è stato sollecitato il potenziamento e la dislocazione, la stessa d’altra parte è di stretta competenza dell’Arpa. Voglio, inoltre, sottolineare che il punto di partenza del discorso polveri sottili è la constatazione che tale problema non è solo di oggi, anzi, due anni fa, con le abbondanti nevicate e il blocco totale della circolazione degli autoveicoli abbiamo registrato il livello massimo di esse, e che tale situazione non è di facile né esclusiva nostra soluzione, abbraccia non solo la nostra città ma tutti i Comuni limitrofi. Occorre mettere in campo iniziative perché il problema non si aggravi e si pongano le premesse per soluzioni possibili. Una risposta complessa perché non si sappia, in termini scientifici, ciò che è necessario fare, ma perché è veramente difficile quello che si dovrebbe fare. La crisi ecologica, in realtà, mette in questione l’attuale modello di sviluppo, dovrebbe mutare, radicalmente, la mentalità consumistica dei Paesi occidentali e limitare l’uso delle automobili, riprogettare impianti industriali e di riscaldamento ma il consumismo è una mentalità, un’ideologia da cui è quasi impossibile liberarsi. Pensare che, una volta raggiunto un certo livello di vita, sia facile e si abbia voglia di tornare indietro è un’illusione. L’utilizzo di energie pulite non inquinanti comporta costi aggiuntivi non indifferenti ed economicamente insostenibili, come l’uso di tecnologie non inquinanti. Il cammino è lungo e speriamo che l’impegno e il tempo portino frutti positivi. La realtà è inversamente proporzionale alle enunciazioni ripetitive e inutili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento