Ferentino Ferentino

Ferentino, taglio del nastro per la sede del giudice di pace

“Concludiamo il 2016 con l’inaugurazione di un nuovo servizio per la nostra comunità. Credo sia il modo migliore per rivolgere gli auguri di buon Natale ai cittadini, con l’impegno di continuare nel 2017 su una strada ormai tracciata da questa...

"Concludiamo il 2016 con l'inaugurazione di un nuovo servizio per la nostra comunità. Credo sia il modo migliore per rivolgere gli auguri di buon Natale ai cittadini, con l'impegno di continuare nel 2017 su una strada ormai tracciata da questa amministrazione: fare crescere la qualità della vita e delle opportunità per la città di Ferentino. Un risultato ottenuto in sinergia con gli altri amministratori del territorio, con il Tribunale di Frosinone e con il senatore Francesco Scalia".

Con queste parole il sindaco Antonio Pompeo ha salutato il taglio ufficiale del nastro per la riapertura dell'Ufficio del Giudice di Pace in località Pontegrande.

Una giornata di festa per la città e l'intero comprensorio, salutata anche dal messaggio di auguri del Ministro della Giustizia Andrea Orlando rivolto al sindaco Pompeo: "Ridurre la distanza fra il tessuto normativo e le prassi effettive negli uffici e nei tribunali - è scritto nel testo del Guardasigilli - avvicinare la definizione dei moduli organizzativi agli assetti concreti in cui vive la domanda di giustizia da parte dei cittadini è il compito che ci siamo assegnati e che credo segni quest'oggi, nell'inaugurazione dell'Ufficio del Giudice di Pace di Ferentino, un punto a favore".

Una cerimonia curata nei minimi dettagli e arricchita dagli interventi delle autorità presenti, oltre al sindaco Pompeo: il Prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli, il Presidente del Tribunale Paolo Sordi, il senatore Francesco Scalia, il Presidente dell'Ordine degli Avvocati Alberto Iadanza, il Vice procuratore di Frosinone Marzia Uras, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Luigi Carbone. Presenti anche i sindaci e i rappresentanti dei Comuni di Paliano, Morolo, Anagni, Piglio e Serrone, i componenti dell'Amministrazione di Ferentino e diverse autorità civili e militari, oltre a tanti cittadini e a varie associazioni locali.

Infine la benedizione dei locali, sistemati con cura dai lavori realizzati dal Comune, da parte di S.E. il Vescovo diocesano Ambrogio Spreafico.

Una vittoria per l'Amministrazione Pompeo la riapertura dell'ufficio: il Comune infatti ha redatto tutti gli atti necessari per essere ammessi alla procedura di ripristino del servizio. Risultato raggiunto attraverso il Decreto Ministeriale del 27 maggio 2016 - "Ripristino degli uffici del giudice di pace soppressi ai sensi dell'articolo 2, comma 1 bis, del decreto legge 31 dicembre 2014, n. 192, convertito, con modificazioni, con legge 27 febbraio 2015, n. 11" e firmato dal Ministro della Giustizia Andrea Orlando, a cui è seguito un ulteriore riconoscimento: nell'allegato 2 del Decreto del Ministro della Giustizia Andrea Orlando del 27 maggio 2016 - sul ripristino degli uffici del giudice di pace soppressi inoltre, veniva stabilito non solo che Ferentino restava sede del Giudice di Pace, ma l'ufficio veniva potenziato nel suo bacino di competenza.

"Un anno di impegno, di lavoro e di opere inaugurate - ha concluso il sindaco Pompeo - perché i risultati arrivano e sono visibili. E oltre a tagliare i nastri, tagliamo anche le tasse, come abbiamo fatto sulla Tosap e come speriamo di fare nel 2017 per altre imposte locale, senza tralasciare altre opere e nuovi servizi, come la casa della salute e i nuovi corsi dell'Accademia di Belle Arti. Perché vogliamo che Ferentino progredisca sempre di più".

img_20161223_114620

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferentino, taglio del nastro per la sede del giudice di pace

FrosinoneToday è in caricamento