menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiuggi, arrestato noto agente finanziario 39enne per estorsione e usura

I carabinieri del N.O.R.M – Aliquota Operativa della Compagnia di Alatri, a conclusione di una prolungata info-investigativa, traevano in arresto un 39enne di Fiuggi, in esecuzione di Ordinanza Applicativa di misura cautelare emessa dal G.I.P. del...

I carabinieri del N.O.R.M - Aliquota Operativa della Compagnia di Alatri, a conclusione di una prolungata info-investigativa, traevano in arresto un 39enne di Fiuggi, in esecuzione di Ordinanza Applicativa di misura cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, poiché resosi responsabile del reato di "estorsione ed usura in concorso". Operanti, nell'ambito della predetta attività investigativa, raccoglievano inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti del fiuggino in ordine ad alcuni prestiti elargiti e, per i quali, applicava tassi usurari nei confronti di un noto professionista del luogo. L'arrestato si avvaleva per il recupero delle somme di cittadino di nazionalità est europea, attualmente indagato.

AQUINO, ARRESTATO UN 66ENNE DEVE SCONTARE ANCORA 4 MESI

Aquino, i carabinieri della locale Stazione, traevano in arresto un 66enne del posto, in ottemperanza ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Roma, per espiazione residuo pena di mesi 4 per il reato di "introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi", commesso in Cervaro nel 2006. Arrestato sottoposto al regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione a disposizione dell'A.G. mandante.

CEPRANO, DENUNCIATO UN FRUSINATE PER SPENDITA DI MONETE FALSE

I Carabinieri della Stazione di Ceprano, al termine di attività investigativa, deferivano alla competente A.G. un 41enne residente a Frosinone, poiché ritenuto responsabile del reato di "spendita di monete falsificate": Indagini svolte dai militari operanti, scaturite dalla denuncia formalizzata decorso pomeriggio da donna, titolare di un'attività di tabaccheria del posto, consentivano di:

- identificare il prevenuto quale responsabile della spendita di una banconota da euro 50,00, risultata contraffatta, presso la citata attività commerciale.

- accertare che l'indagato aveva già tentato la spendita della banconota in altre attività commerciali del luogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento