Nord CiociariaToday

Fiuggi, cena di Gala dell’Istituto alberghiero al Grand Hotel con i prodotti del territorio che arrivano ad EXPO

Nello splendido salone del Grand Hotel Palazzo della Fonte con eleganza e grande signorilità si è svolto il Gran Gala delle Terze dell’Istituto alberghiero di Fiuggi (I.P.S.S.O.A. “ M. Buonarroti” di qualifica per i servizi di accoglienza...

 

Nello splendido salone del Grand Hotel Palazzo della Fonte con eleganza e grande signorilità si è svolto il Gran Gala delle Terze dell’Istituto alberghiero di Fiuggi (I.P.S.S.O.A. “ M. Buonarroti” di qualifica per i servizi di accoglienza turistica, sala e vendita, enogastronomia e prodotti dolciari). Dopo il saluto iniziale gli ospiti sono stati portati sul meraviglioso terrazzo per l’aperitivo e per degustare le Delizie della Ciociaria. Tanti gli illustri personaggi, a cominciare dal Prefetto di Frosinone dott.ssa Emilia Zarrilli, dal Sig. Questore Dott. Filippo Santarelli; dal Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Giuseppe Tuccio e dal comandante della Finanza di Fiuggi, il Sindaco di Fiuggi Dott. Fabrizio Martini, il Presidente della Provincia di Frosinone Avv. Antonio Pompeo, il delegato provinciale del Provveditorato Prof. Pierino Malandrucco e alti funzionari del Miur che hanno avuto la possibilità di vedere innanzitutto la perfetta organizzazione logistica, ma sopratutto di gustare i prodotti ciociari che sono stati serviti dai ragazzi delle terze e già a disposizione all’interno della Expo di Milano 2015. Le tavole tutte dal 10, indicate con il simbolo di una pasta italiana e con una mise en place di grande cerimonia sono state contrasegnate per tutti gli invitati. Prima di dare il via alla cena di Gala la dirigente Prof.ssa Patrizia Bottari, a nome di tutto l’istituto di Fiuggi, ha ringraziato gli ospiti presenti alla Cena di Gala delle classi di qualifica, gustando i sapori della Terra di Ciociaria ricca di storia cultura e tradizione “Amare la propria terra significa avere la voglia di ricostruire giorno dopo giorno il proprio passato per scoprire il presente e programmare il futuro. Amare il posto in cui si è nati è ricercare ciò che si è. E' valorizzare e far emergere la bellezza che naturalmente circonda il proprio territorio; è dare voce alla voglia di cultura, di curiosità, di meraviglia che si possiede, è dimostrare ciò che rende capaci di portare all’intero pianeta la vera essenza di se stessi, delle proprie tradizioni, del proprio modo di essere, della propria stessa VITA”. Questo il menù della serata presentato ai commensali Involtino di Cicoria con rigatino di suino nero croccante, morbidella di baccalà e ceci all’olio di olivastro “Quattrociocchi”, Ciambellone Salato con peperone cornetto di Pontecorvo Dop e Salsiccia di Patrica. Per passare all’Orzo mantecato con fave e asparagi in cialda croccante di prosciutto di Guarcino. Sagnette corte con pesto di basilico, pomodori appassiti e mozzarella di Bufala di Amaseno DOP. I secondi: Coscio di vitello con salsa al Cabernet di Atina e chicchi di sale speziato; Gratin di patate al latte di capra e primo sale, con tagliatelle di verdure all’olio fruttato varietà di Pane: Rosmarino, Salvia, Pomodori secchi, Olive. Per chiudere in crescendo con una Mattonella di cioccolata di ricotta al profumo di anice Il tutto abbinato ad una cantina di primordine: acqua minerale Fiuggi- Vivace e Naturale; Spumante “Altemesi” Millesimato Trento DOC; Satrico IGT 2014- Azienda Vin. Casale del Giglio; Merlot IGT. Az Vin. Casale del Giglio; Raratafia Colazingari abbinata alla spettacolare torta di ricotta al profumo di anice. Prima della torta il saluto del Prefetto Dott.ssa Emilia Zarrilli che ha ringraziato i ragazzi ed i professori per quanto fatto vedere ed assaggiare questa sera, anche perché: "sono i ragazzi del futuro e la preparazione culturale serve loro per farsi una strada che sia ricca di soddisfazioni". La Professoressa Bottari ha ricordato inoltre che: "la conoscenza del territorio, degli ambienti, delle risorse locali ha sempre costituito un dato essenziale della cultura alimentare (Nutrire) . E’ stata questa la consapevolezza che l’istituto alberghiero fiuggino ha voluto far conosciere il sapore antico delle tradizioni enogastronomiche del territorio, in un continuo confronto e scambio con identità diverse ponendo particolare attenzione alle novità sostenibili (Energia). In foto la Preside Patrizia Bottari e per la cucina: IIIA e IIIB Prof. Massimo Frioni, III C Prof. Bruno Lois Rea e IIID Prof. Ezio Mastrosanti, III E Prof. Francesco Femia, III E Art. Sala bar i proff.ri Roberto de Vecchis III F Prof. Giovanni Amati. III F Accoglienza T.: Prof.ssa Benedetta Rolacci IIIG Prodotti Dolciari. Prof. Ermanno Cicciarelli e F.S. Manifestazioni Prof.ssa Annunziata Terrinoni. Giancarlo Flavi (video Filippo Rondinara)

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento